×
1 377
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA LOGISTICA
Bottega Veneta Purchasing & Production Jewelry Specialist
Tempo Indeterminato · MONTEBELLO VICENTINO
FOURCORNERS
Digital Marketing
Tempo Indeterminato · COMO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · CREMONA
FOURCORNERS
Retail Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Discord Community Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Web3 Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising And Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
UMANA SPA
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Controlling Reporting & Finance Projects Lead
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Industrializzatore/Industrializzatrice Pelletteria
Tempo Indeterminato · PADOVA
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Direttore - Department Store Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Media Insights Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
THUN SPA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Affiliate E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · CHIASSO
VERSACE
Stock Controller - Napoli
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Responsabile Ricerca Tessuti
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
TBD EYEWEAR
Creative Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Accessori Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
APCOM
Pubblicato il
13 mag 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Couture in Orbit, la moda spaziale si prepara per la passerella

Di
APCOM
Pubblicato il
13 mag 2016

Disegnare abiti per l'era spaziale: con questo obiettivo è in corso d'opera il progetto dell'Agenzia spaziale europea e dello Science Museum di Londra "Couture in Orbit", lanciato nel dicembre 2015, a cui partecipano gli allievi di cinque prestigiose scuole di moda e design europee scelte nei Paesi di origine degli astronauti Esa che dal 2014 in poi hanno soggiornato a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, come Samantha Cristoforetti. Il progetto - ricorda ResearchItaly, il portale del Miur dedicato alla ricerca - coinvolge l'Italia con il Politecnico di Milano, assieme al Ravensbourne College of Design and Communication di Londra, al Fashion Akademiet di Copenaghen, alla scuola di moda ESMOD di Parigi e a quella di Berlino.


Da sensori incorporati alle unità per il calore, fino ai tessuti super assorbenti: gli abiti tecnici del futuro dovranno integrare molte funzionalità, risultando allo stesso tempo accattivanti dal punto di vista estetico e pratici. Anticipare i bisogni dell'era spaziale che verrà nel campo dell'abbigliamento è la sfida a cui stanno lavorando gli studenti delle scuole di design. A ciascuna scuola è stato assegnato uno specifico tema di ricerca collegato ai valori fatti propri dall'Esa di sostenibilità, protezione del clima e riutilizzo. I temi al centro del progetto includono tecnologia, ambiente, innovazione, salute e sport. Oltre a rispondere ai requisiti specifici collegati a ciascun tema, tutti i modelli disegnati dai giovani stilisti dovranno essere allo stesso tempo adatti a un utilizzo quotidiano. L'iniziativa punta infatti a promuovere lo scambio di ispirazione tra due settori all'apparenza molto distanti - spazio e fashion - che tuttavia spesso hanno avuto occasione di influenzarsi reciprocamente, come dimostra per esempio il caso di innovazioni dell'Esa utilizzate nel campo della biancheria intima termica dal produttore Björn Borg o della dermotuta fatta su misura per l'Esa dal produttore di indumenti per motoveicoli Dainese, con l'obiettivo di alleviare i problemi di schiena degli astronauti.

Couture in Orbit intende proporre un percorso creativo volto alla realizzazione di abiti ad alta tecnologia, ma che siano anche attraenti nel look e di facile utilizzo. Pochi i limiti posti alla creatività degli studenti: i modelli potranno infatti essere eleganti, stravaganti, semplici o essenziali, purché abbiano la "stoffa" per delineare una nuova generazione di capi d'abbigliamento. Per disegnarli, le scuole hanno preso ispirazione dalle esperienze degli astronauti dell'Esa del proprio Paese, confrontandosi - quando possibile - direttamente con loro, per saperne di più su temi quali l'osservazione della Terra, il monitoraggio climatico, la salute e la nutrizione, e soprattutto la vita quotidiana a gravità zero.

Partita 5 mesi fa, - conclude ResearchItaly - l'iniziativa culminerà con l'evento Lates che si svolgerà presso lo Science Museum di Londra il prossimo 25 maggio: una sfilata di moda durante la quale saranno presentati gli abiti sviluppati a partire da modelli disegnati in questi mesi dagli studenti, selezionati da una giuria di esperti. In attesa dell'evento, i lavori in corso sulla linea di abbigliamento spaziale potranno essere seguiti sulla pagina Tumblr dedicata al progetto, ricca di schizzi, bozzetti e immagini in continuo aggiornamento che testimoniano l'impegno degli studenti-stilisti e l'evoluzione del loro lavoro.

Fonte: APCOM