Cos’è successo nei mesi estivi nel settore beauty?

Arrivati ormai alla fine di agosto, FashionNetwork.com propone un focus su quanto è successo di importante nel mondo della bellezza durante l’estate, tra lanci di nuovi brand, trend attuali e risultati finanziari.

Le licenze dei profumi giocano alle sedie musicali
 
Il gruppo francese L'Oréal ha annunciato di essere in trattativa per acquisire i brand Mugler e Azzaro dal gruppo Clarins. Tali negoziazioni arrivano poco tempo dopo la finalizzazione dell’acquisizione delle licenze profumo di Valentino da parte di L'Oréal a inizio anno. Da parte sua, il gruppo americano Coty ha rinnovato la licenza per i profumi Lacoste, il che dovrebbe riaffermare la società nel suo ruolo di leader mondiale della profumeria.


Il profumo Lacoste French Panache - © Lacoste

La bellezza 2.0 si impone come nuova tendenza
 
La rivoluzione digitale, come la realtà aumentata o la possibilità di simulare virtualmente un make up, sta scuotendo l’e-commerce della cosmetica. Se la tecnologia YouCam, che permette di ricreare dei look, si era già associata ai grandi brand del beauty, ora si sta aprendo anche alle aziende più piccole, che la possono utilizzare tramite i loro siti Internet. Il gruppo L’Oréal, da parte sua, ha fatto dei primi test di specchi intelligenti sul social network cinese WeChat, dopo aver investito prima in Facebook e poi in Amazon.
 
Le celebrities, gallina dalle uova d’oro del settore beauty
 
Haus of Laboratory della cantante Lady Gaga, Florence by Mills della giovane attrice Millie Bobby Brown, Selena Gomez dell’omonima artista americana... Quest’estate numerose celebrità si sono lanciate sul mercato, molto competitivo, della bellezza. Niente sembra arrestare il fenomeno, visto il successo di Fenty (Rihanna), Kylie Cosmetics (Kylie Jenner) e KKW Beauty (Kim Kardashian). Oltre ai nuovi lanci, quest’estate ha visto anche numerose collaborazioni, come Aya Nakamura approdato da MAC Cosmetics e il brand Karl Lagerfeld che ha avviato una partnership con L'Oréal.


Millie Bobby Brown con la sua nuova linea Florence by Mills - © Atiba Jefferson

Estée Lauder prosegue la sua ascesa, Shiseido è stabile, L'Oréal inciampa
 
Il gruppo americano Estée Lauder registra un bilancio positivo per il suo esercizio 2019, con un aumento di fatturato del 9%, a 14,86 miliardi di dollari, rispetto al medesimo periodo precedente. Il gruppo L’Oréal, invece, mette a segno una crescita meno forte del previsto nel secondo semestre dell’esercizio ancora in corso, soprattutto a causa di una contrazione delle vendite di make up negli Stati Uniti. Il colosso francese punta sul prossimo lancio di tre nuovi profumi (Valentino, Lancôme, Yves Saint Laurent) per riconquistare terreno. Da parte sua, il gruppo Shiseido ha annunciato risultati positivi per il secondo trimestre, con un utile netto in rialzo dello 0.8%, grazie al dinamismo delle vendite in Cina.
 
Numerosi nuovi progetti per Chanel Beauté
 
Il brand cosmetico della maison francese sembra non aver fatto vacanze quest’estate. In particolare, Chanel Beauté ha celebrato il suo sbarco su Tmall, una vera e propria “première” visto che finora il marchio obbligava la sua clientela a passare dal proprio sito. La griffe dalle due C ha inoltre inaugurato una nuova boutique interamente dedicata al beauty sugli Champs-Élysées, un concept completamente nuovo che dovrebbe concentrarsi sull’esperienza cliente. Infine, Chanel Beauté ha recentemente reclutato Teddy Quinlivan, la prima modella apertamente transgender; un buona notizia per il settore della bellezza, che promuove una diversità sempre più inclusiva, e una passo da gigante per Chanel.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ProfumiCosmeticiBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER