×
1 259
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
23 gen 2020
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Corneliani: tribunale respinge il ricorso della famiglia socia

Di
Ansa
Pubblicato il
23 gen 2020

Il Tribunale di Brescia ha respinto il ricorso della famiglia Corneliani contro gli amministratori nominati dal fondo Investcorp nel gruppo di abbigliamento maschile.

@corneliani


Secondo il giudice, non solo l'iniziativa è infondata nel merito ma è in ogni caso "inattuale". Per il Tribunale la circostanza che le irregolarità gestionali denunciate dalla famiglia siano state da questa identificate e segnalate agli organi della società "da oltre un anno", oltre al fatto che, se mai ci fossero state, si sarebbe già "consumata" la loro "potenzialità lesiva", rendono non praticabile l'intervento giudiziario ai sensi dell'articolo 2409 del codice civile.

Esce così sconfitta la famiglia del fondatore di Corneliani nella tentata battaglia legale per bloccare l'attuale gestione del socio Investcorp, cui parte della stessa compagine familiare nel 2006 aveva ceduto le proprie quote facendo diventare il fondo l'azionista di maggioranza del marchio della moda col 51,4% del capitale.

Ora il fondo, partecipato da capitali arabi e socio in passato di marchi della moda del calibro di Gucci e Tiffany, può proseguire, senza l'incognita di un fallimento dell'azienda che nel mondo conta circa 1.200 addetti, col piano di rilancio. Già presentato ai sindacati comprendeva 140 esuberi, poi congelati, tra i 454 dipendenti dello stabilimento a Mantova. E nel contempo Invescorp può perseguire l'obiettivo di una fusione tra il proprio veicolo Sarti Holdings (Italy) e Corneliani. Quest'ultima operazione rischia di portare a una diluizione della partecipazione della famiglia e si tratta di un effetto che deve aver contribuito a far tentare a Cristiano, Corrado e Stefano Corneliani la strada giudiziaria, rivelatasi tuttavia un insuccesso.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.