×
1 455
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Confuorto compie trent’anni e punta su America e Cina

Pubblicato il
today 6 feb 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Confuorto, azienda partenopea di gioielli artigianali fondata nel 1989 da Michela Confuorto e dal marito Antonello Amato, sta puntando all’estero con un focus particolare su America e Cina, come ha spiegato a FashionNetwork.com Amato, incontrato in occasione di HoMi.

Una collana con corallo di Confuorto


“In America siamo entrati da un paio d’anni, grazie alla partecipazione ad alcune fiere, tra cui a Las Vegas, che ci hanno permesso di entrare in contatto con alcuni department store; stiamo pensando di creare una nostra rete distributiva, anche se avendo un gioiello artigianale la nostra capacità produttiva è limitata”, ha raccontato Amato. “In Cina abbiamo partecipato a una delle principali fiere di settore a Hong Kong, che ci ha permesso di vendere anche in Giappone. Ora vorremmo provare con l’e-commerce, che offre molte potenzialità per un prodotto come il nostro”.

L’azienda, che ha il suo cuore operativo presso il Tarì di Napoli e un laboratorio a Torre del Greco, possiede inoltre uno store-showroom aperto al pubblico in via Tribunali a Napoli e sta pensando di aprirne altri due, uno a Salerno e uno a Milano, entro il 2020: “Abbiamo chiamato il nostro negozio Lapilli, per richiamare sia le pietre che lavoriamo che il Vesuvio”, ha proseguito Amato. “Il retail è un’esperienza molto importante per noi perché ci dà la possibilità di avere un contatto diretto con il cliente finale”.

Confuorto Gioielli, che negli anni ha visto le proprie creazioni indossate da attrici del calibro di Ornella Muti e Virna Lisi, è specializzata nella produzione di gioielli in materiali come oro, argento e ottone, impreziositi da corallo, madreperla, conchiglie e pietre naturali.

Confuorto realizza anche accessori impreziositi da coralli e pietre


“Abbiamo una linea di gioielli vintage che richiama la tradizione dell’antica gioielleria partenopea, realizzati con radici di rubino e smeraldo”, ha spiegato Amato. “Abbiamo inoltre una linea di accessori come borse, foulard di seta, cappelli, sciarpe e cinture, arricchiti da coralli e pietre, a prezzi più che accessibili. La nostra forza sta nella lavorazione manuale e artigianale e nella possibilità di realizzare creazioni personalizzate, fidelizzando così la nostra clientela”.

Per i suoi trent’anni Confuorto Gioielli ha in programma una serie di eventi e iniziative per settembre, mese caldo per il settore, tra cui un libro con la storia dell’azienda che verrà regalato a tutti i clienti. La società ha chiuso il 2018 con un fatturato di 1,5 milioni di euro, realizzato per il 70% in Italia: “Puntiamo a una crescita a doppia cifra entro tre anni, grazie all’espansione all’estero e all’apertura dei nuovi store”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.