×
1 361
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
International Business Development (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
CONFIDENTIAL
E-Commerce-Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
Pubblicato il
24 mar 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Confindustria Moda: stop al pagamento degli affitti per il retail

Pubblicato il
24 mar 2020

Stop al pagamento degli affitti per il fashion retail. Lo chiede Confindustria Moda in una lettera ai locatori per mettere una toppa al danno economico innescato dallo scoppio del coronavirus in Italia, che ha costretto l’esecutivo a mettere in stand by tutte le attività commerciali fino al 3 aprile.

Galleria Vittorio Emanuele II a Milano


“Il timore è che la riapertura venga ulteriormente posticipata e che conseguentemente le aziende che rappresentiamo continuino a non vendere, dovendo comunque versare l’intero canone di locazione”, spiega il presidente Marenzi.

Incassi al palo, perché il prodotto finito non può uscire dal negozio e potrebbe rimanervi più del previsto, oltre il termine fissato dal decreto dell’11 marzo, dal momento che l’emergenza sembra ancora lontana dall’essere risolta. Risulta così impossibile fare fronte ai canoni di locazione, “divenuti eccessivamente onerosi e non più sostenibili da parte delle aziende”, prosegue Marenzi.

Il presidente, a nome del settore, chiede la sospensione del pagamento dei canoni sino alla riapertura dei negozi e invita i locatori a “rinegoziare le condizioni economiche dei contratti fino a quando i normali flussi commerciali, turistici e residenziali non si saranno del tutto ristabiliti”.
 
La lettera di Confindustria Moda annovera oltre 50 aziende firmatarie, tra cui Casadei, Corneliani, Dainese, F.lli Rossetti, Gallo, Calzedonia, Herno, Moncler, Roberto Cavalli, Ferragamo, Trussardi e Valentino.

L'associazione rappresenta 66mila imprese e 580mila lavoratori per 95,5 miliardi di euro di fatturato. Dopo lo stop del commercio, in queste ore, la maggior parte delle aziende del comparto sta facendo i conti con la chiusura degli stabilimenti produttivi in Italia, che dovrà avvenire entro il 25 marzo.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.