Commercio: vendite a giugno +1,9%, al top dal 2017

A giugno 2019 le vendite al dettaglio mettono a segno un aumento dell'1,9%, il più alto dal gennaio del 2017, ovvero da due anni e mezzo. Lo rileva l'Istat. Un balzo dopo il calo di maggio e la debolezza dei mesi precedenti. Risultano in crescita sia le vendite dei beni alimentari (+1,6%) sia quelle relative agli altri settori (+2,0%). Segno più anche per il dato annuo: +1,3%.

Askanews

In generale l'Istat registra variazioni tendenziali positive per quasi tutti i gruppi di prodotti, ad eccezione di 'Cartoleria, libri, giornali e riviste' (-2,8%),' Prodotti farmaceutici' (-1,2%) e 'Generi casalinghi durevoli e non durevoli' (-0,9%). Gli aumenti maggiori riguardano invece le voci 'Dotazioni per l'informatica, telecomunicazioni, telefonia' (+7,2%) e 'Calzature, articoli in cuoio e da viaggio' (+4,7%).

Per quanto riguarda i canali, ancora un aumento a doppia cifra per il commercio elettronico, che a giugno segna un rialzo del 15,4% su base annua. Segno più anche per la grande distribuzione, che registra un rialzo dell'1,7% e dove spicca il dato dei discount alimentari (+4,2%). Invece le vendite al dettaglio restano ferme nei piccoli negozi.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

Moda - AccessoriDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER