×
1 690
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
24 gen 2022
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Colmar cresce del 15%, si rafforza in Corea e ripensa la collezione sci in ottica urban

Pubblicato il
24 gen 2022

Colmar supera la crisi del 2020, anno in cui il brand è comunque riuscito a contenere i danni della pandemia a un -22%, archiviando l’esercizio fiscale appena chiuso con un fatturato di 85 milioni di euro, in crescita del 15% rispetto al 2019, e prevedendo anche per quest’anno un incremento a doppia cifra.
 

Stefano Colombo, Direttore Sales and Marketing di Manifattura Mario Colombo & C - PH: Meschina


“Per noi una delle principali ragioni della perdita di fatturato nel 2020 è stata la chiusura degli impianti sciistici; ora le persone hanno una grandissima voglia di tornare sulle piste e sono molto propense all’acquisto: la campagna vendite per la prossima stagione invernale, infatti, sta registrando risultati molto positivi, sia per la parte performance che per quella più lifestyle”, ha spiegato a FashionNetwork.com Stefano Colombo, Direttore Sales and Marketing di Manifattura Mario Colombo & C, a cui fa capo Colmar. “Per quest’anno le premesse ci fanno sperare in performance molto buone, con un incremento di fatturato previsto di circa il 20%, visto che la collezione PE 2022 ha segnato un +40%. La stagione invernale è ancora preponderante per noi, ma quella estiva è ormai arrivata a rappresentare il 35% del totale”.
 
Se l’Italia è ancora il mercato principale per Colmar, con circa il 60% del giro d’affari totale, il brand continua a crescere anche all’estero, soprattutto in Germania, Francia e Russia. La rete retail si compone di 16 flagship store (di cui 8 in Italia, 6 in Francia, uno in Austria e uno a Londra), tra cui quello inaugurato lo scorso ottobre a Roma, uno spazio di circa 100 metri quadrati in via Frattina.
 

Il negozio Colmar in via Frattina a Roma - DR


“Monitoravamo Roma da diverso tempo, ma eravamo titubanti perché non è una città dal clima molto rigido. Il nuovo opening ci ha confermato le potenzialità di Colmar, che ormai non è più percepito solo come un brand di capispalla”, prosegue Colombo. “Stiamo valutando altre opportunità in Italia e all’estero, sia per aperture dirette che con partner in franchising, in particolare in Francia e nei Paesi di lingua tedesca. Nel frattempo, abbiamo prolungato il contratto per il negozio di piazza Gae Aulenti a Milano, che nel secondo semestre sarà oggetto di un completo restyling con un nuovo store concept”.

Sul fronte estero, Colmar ha siglato un accordo quinquennale con due importanti gruppi di distribuzione coreani: CJ e Shinsegae. In particolare, CJ, leader nell’home shopping coreano con 35 milioni di download della sua applicazione, un avarage order giornaliero di 100mila dollari e più di 1 milione e mezzo di clienti unici giornalieri, si occuperà della distribuzione delle linee Colmar Originals e Colmar Sci per il territorio nazionale, per i canali retail, on-line e home shopping. Shinsegae, leader nella distribuzione di grandi marchi fashion, lancerà invece una collezione Colmar Golf dedicata, in esclusiva per il mercato coreano, sia sul canale online che offline.
 
Dal punto di vista del prodotto, negli ultimi due anni Colmar ha ripensato le proprie collezioni sportive in un’ottica più urban: “Abbiamo immaginato dove andrà lo sci nel prossimo futuro e abbiamo creato capi più trasversali, che mantengono elevate prestazioni ma al contempo hanno un design, dei colori e dei dettagli che li rendono indossabili anche al di fuori dal contesto sportivo”, prosegue Stefano Colombo. “Negli ultimi 10 anni, inoltre, Colmar è passato dall’essere un brand prevalentemente maschile ad essere sempre più apprezzato anche dalle donne: oggi a livello di vendite c’è un sostanziale equilibrio e con la stagione attualmente in vendita la donna potrebbe superare l’uomo”.


La collezione AI 2022-23 di Colmar presentata a Pitti Uomo - Ph: Meschina


Per l’AI 2022/23 Colmar propone il tessuto Cohesion (che è anche il mood della collezione): un tessuto doppio realizzato accoppiando un panno di lana con un jersey di poliestere tramite una morbida schiuma; i capi sono insertati con una tela di poliammide idrorepellente. Repunk è invece una proposta di piumini leggeri, pratici e allo stesso tempo tecnici realizzati in tessuto super leggero di poliammide riciclata, con trattamento idrorepellente e finissaggio anti piuma. Un'altra importante novità sono i capi imbottiti in ovatta strech abbinata a nylon stretch laminato e idrorepellente; la combinazione rende i capi estremamente confortevoli, caldi e leggeri e in grado di garantire fino a 5000 mm di colonna d'acqua.
 
Per i mesi più freddi, il brand utilizza per in suoi capispalla un tessuto studiato in esclusiva per Colmar da Pertex, azienda giapponese specializzata nella produzione di tessuti utilizzati nella realizzazione dei sacchi a pelo per l'alta montagna. La densità dei fili e delle trame garantiscono l'ottima tenuta della piuma, senza l'utilizzo di ulteriori protezioni che appesantirebbero il capo. L'utilizzo dì filati semilucidi, per la donna, dona profondità ai colori e la mano del tessuto è morbida.
 

Colmar, AI 2022-23 - Ph: Meschina


Colmar sta crescendo molto bene anche nelle calzature, arrivate a fatturare circa 10 milioni di euro, nell’abbigliamento, in particolare felpe e maglieria, e negli accessori come cappelli, sciarpe e guanti.
 
“È un’altra dimostrazione del fatto che oggi Colmar è un brand riconosciuto anche per altre categorie di prodotti, non solo per i capispalla”, conclude Colombo. ““Gli ultimi due anni sono stati sicuramente difficili, ma comunque utili: ogni crisi infatti può servire a conoscersi meglio e a rafforzarsi. Ci siamo dovuti focalizzare sugli aspetti essenziali, tagliando le situazioni non necessarie nel nuovo contesto. Sono state scelte dolorose, ma ora abbiamo radici più forti e siamo più flessibili. Oggigiorno gli investimenti vanno ben ponderati e calibrati: in quest’ottica abbiamo deciso di partecipare comunque a Pitti Uomo, nonostante le perplessità causare dall’attuale situazione pandemica, e devo dire che in termini di partecipazione i numeri hanno superato le aspettative. Ritengo però che le fiere, come già hanno iniziato a fare, dovranno reinventarsi, altrimenti il rapporto costi/benefici rischia di diventare poco vantaggioso”.  

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.