Collezioni Uomo: Londra rivisita i suoi classici

London Collections: Men ha inaugurato dal 15 al 17 giugno le presentazioni maschili primavera-estate 2015 con brio, confermando il ritorno di molte grandi tendenze menswear individuate nelle passate stagioni.
Topman Design osa il ritorno ai Seventies (Foto: PixelFormula)

Lo sport ossessiona ancora una parte degli stilisti britannici in questo inizio di Coppa del Mondo di calcio. In maniera sessualmente ambigua, come da Nasir Mazhar e Astrid Andersen, che lanciava la sua prima collaborazione per Topman, indossata durante le sfilate dalla top Jourdan Dunn.
Caseley-Hayford decostruisce la riga tennis (Foto: PixelFormula)

Più convincenti sono state le sperimentazioni di materiali di Christopher Raeburn, con i suoi intrecci di tessuti militari riciclati. Intanto, i look scaturiti dall'incontro ibrido fra lo stadio di calcio e la City sono stati tantissimi fra i nuovi partecipanti, da DKNY a Tiger of Sweden.
Dallo stadio alla City il passo è breve da Tiger of Sweden e DKNY (DR)

La tendenza "arty" prosegue sulle passerelle londinesi e appare nelle creazioni di case di lusso come Alexander McQueen o Burberry, la cui collezione rendeva omaggio a vecchi libri inglesi senza per questo apparire vintage, grazie a una tavolozza di colori vivace e a capi riuscitissimi. La collezione comprendeva delle sneakers eterogenee e variopinte e tanto denim, oltre a numerosi capi in lana. Normale: la primavera-estate Burberry debutterà nei negozi a novembre (!).
La seta plissettata di Agi & Sam (Foto: PixelFormula)

Molti stilisti hanno voluto sconvolgere i codici del menswear classico, ad esempio deviando da alcuni cliché di quest'ultimo, come le righe "tennis", viste in abbondanza da Casely-Hayford ed E.Tautz, o ancora Tiger of Sweden, la griffe contemporary svedese dai tagli slim che apre un secondo flagship a Londra e presto arriverà in Francia.
E.Tautz ha giocato coi volumi e introdotto il denim nella sua offerta (Foto: PixelFormula)

I volumi sono stati esagerati a oltranza su pantaloni XXL a vita alta da E.Tautz, Alexander McQueen e dalla coppia Agi & Sam, più “saggia” del solito, ma che tuttavia si permette un'insolita citazione delle pieghe di Issey Miyake su giganteschi pantaloni androgini.

Il British Fashion Council ha organizzato un programma di oltre sessanta presentazioni in tre giorni, e ha comunicato all'inizio della settimana nuove cifre incoraggianti, ricordando che il mercato dell'Uomo è cresciuto del 18% nel Regno Unito fra il 2008 e il 2013, per superare i 16 miliardi di euro nel 2013.

Florent Gilles (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Sfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER