×
1 504
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

CNMI e Budapest scommettono sui nuovi talenti della moda

Pubblicato il
today 7 nov 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La Budapest Central European Fashion Week è ai blocchi di partenza con un programma sempre più ricco, che spinge l’acceleratore sull’internazionalizzazione. I défilé si terranno in due diverse location: il giorno 8 sarà la volta dei giovani talenti al Tesla, mentre le collezioni dei designer ungheresi sfileranno il 9 e il 10 novembre al Bálna Budapest.

Abodi a Milano


Tra i nomi internazionali spiccano Gilberto Calzolari, special guest della kermesse, Jean Gritsfeld dall’Ucraina e l’inglese Patrick Mcdowell. Nel complesso saranno 50 stilisti a presentare le proprie collezioni per la prossima primavera-estate.
 
Ad aprire le danze della manifestazione, il 7 novembre, è stato il Budapest Fashion & Tech Summit, dove i professionisti del settore hanno approfondito temi come il rapporto tra moda e tecnologia. Inoltre, durante la settimana, i marchi ungheresi organizzeranno un totale di 25 eventi collaterali, tra cui discussioni, roundtable, conferenze e workshop sulla gioielleria green.

La BCEFW, organizzata dalla HFDA (Hungarian Fashion and Design Agency), vuole guadagnarsi un posto di primo piano nel calendario della moda globale. E in quest’ottica nasce l’intesa con CNMI che promuove la moda ungherese attraverso un programma di mentoring dedicato ad alcuni dei suoi marchi più rappresentativi.
 
L’ultima edizione di Milano Moda Donna ha ospitato, negli spazi del Fashion Hub, gli ungheresi Abodi, Artista, Celeni, Cukovy, Elysian, Je Suis Belle and Zsigmond Dora menswear, che hanno poi sfilato all’interno di uno show collettivo il 20 settembre sotto l’ombrello del marchio 'Budapest Select'. 
 
“Ogni anno sempre più persone seguono il nostro evento e questa crescita è evidente nei numeri. In questa edizione presenteranno le loro collezioni ancora più designer ungheresi e internazionali. Anche il numero dei visitatori è in continua crescita: nell'ultima settimana della moda c'erano oltre cinquemila visitatori, rispetto agli anni precedenti in cui avevamo due-tremila ospiti”, ha spiegato Zsófia Bata-Jakab, CEO dell’HFDA.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.