×
1 376
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
13 lug 2022
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Clerici Tessuto cresce grazie alla donna e alla ripresa del lusso

Pubblicato il
13 lug 2022

Dopo la presenza a Première Vision, lo specialista comasco dei tessuti di alta gamma per l’abbigliamento Clerici Tessuto continua a festeggiare il suo secolo di attività a Milano Unica, dove abbiamo incontrato l’AD Stefano Bernasconi, che ci ha spiegato i driver di crescita della società, che ha chiuso il 2021 con un fatturato di 51 milioni di euro (in salita del 22% rispetto al 2020) e un ritorno all’utile dopo il difficile periodo legato alla pandemia.


Stefano Bernasconi, AD di Clerici Tessuto

 
“Nel secondo semestre del 2021 abbiamo assistito a una ripresa del mondo donna, che per noi rappresenta circa il 90% delle vendite, soprattutto nel comparto del lusso; ripresa confermata nei primi sei mesi di quest’anno, che hanno registrato un +25%. Il nostro obiettivo è di tornare ai livelli di fatturato pre-Covid, circa 70 milioni di euro, entro la fine del 2022”, precisa Bernasconi. “Bisogna però tenere in considerazione l’aumento dei costi e la conseguente erosione dei margini, oltre alle problematiche relative alla supply chain e al reperimento delle materie prime”.
 
Il mercato principale per Clerici Tessuto è l’Europa (in particolare Italia e Francia, dove sono concentrati i brand del lusso), che realizza la quasi totalità dell’export dell’azienda, pari al 60% del fatturato. “Abbiamo assistito a una crescita anche in Spagna e Stati Uniti, mentre in Sud America siamo presenti con i tessuti per lo swimwear”, prosegue Bernasconi. “Oggi il giro d’affari proviene per il 70% dal ready-to-wear, il 15% dagli accessori e il restante 15% dai tessuti per arredamento. Se il nostro core business è sempre stata la seta, negli ultimi anni abbiamo diversificato la produzione con altre tipologie di fibre, sia naturali che sintetiche, che sono arrivate a rappresentare più della metà del fatturato”.


Clerici Tessuto, AI 2023-24

 
Clerici ha inoltre siglato qualche anno fa una licenza di marchio con Larusmiani per il prodotto uomo: “Siamo partiti effettivamente da poco più di un anno, a causa del fatto che la pandemia ha determinato la contrazione del mercato maschile, soprattutto per quanto riguarda la parte formale. Gestiamo lo sviluppo prodotto e la commercializzazione e abbiamo effettuato delle contaminazioni con fibre pregiate, come seta e cashmere, per nobilitare il cotone. Inoltre, grazie a lavorazioni e finissaggi particolari, abbiamo resto questo materiale più moderno, con caratteristiche più performanti, spostando il focus su capispalla e outdoor, in risposta ai nuovi trend di consumo”, aggiunge l’AD.
 
A Milano Unica 35, la società ha presentato le novità per l’AI 2023-24 delle sue varie linee di produzione. Per quanto riguarda l’abbigliamento donna, la collezione Clerici Tessuto rispecchia le contaminazioni del mondo contemporaneo, con tessuti che presentano strutture con intrecci di filati molto differenti tra loro: lurex olografici e soffici lane, organze e filati di poliuretano, sete e nylon tecnici super lucidi. Sempre per la donna, la linea Brochier Paris propone tessuti jacquard che spaziano da mani fluide e leggere, con geometrie optical di lamé e fil coupé, fino a bouclé più strutturati effetto pelliccia. La collezione femminile Industry presenta diversi temi di disegnatura, tra cui “Floreale”, con stampe che rimandano agli anni ’70; “Geometrico”, ricco di cromie proposte su una grande varietà di forme e motivi; ed “Etnico”, che propone un patchwork di disegni femminili e colorati con cachemire e stampe foulard.
 

Larusmiani Tessuti, AI 2023-24


Sul fronte maschile, la collezione invernale Larusmiani Tessuti ripercorre i canoni classici dell’abbigliamento uomo, rinnovandolo nelle disegnature, nei colori e nelle mischie dei tessuti. Una parte importante della collezione è dedicata alla rivisitazione del mondo tweed inglese, con cotoni ritorti a più capi in mischia con lane e successivamente tinti, che permettono di ottenere moulinè a due o anche tre colori. Infine, le proposte per l’abbigliamento uomo di Tex Homme, linea che sperimenta tecniche e tessiture inedite, in questa stagione si pone l'obiettivo di stravolgere gli aspetti “classici” di alcuni tessuti con finissaggi lavati che tendono a “gonfiare” le superfici con effetti sorprendenti. Per quanto riguarda la parte jacquard, la collezione propone una rivisitazione della drapperia laniera, dove ai classici check e galles vengono applicati motivi decorativi che avvicinano questo motivo tradizionale al mondo streetwear.
 
Clerici Tessuto, che controlla una completa micro filiera tessile che copre l'intero ciclo di nobilitazione della seta e di altre fibre naturali, produce annualmente circa 3 milioni di metri di tessuto nel complesso industriale di oltre 10.000 mq di Grandate, che impiega circa 300 dipendenti; la rete vendita della società raggiunge 2.500 clienti in 70 nazioni. Tra le numerose iniziative messe in campo dalla società in termini di sostenibilità, la collaborazione con l’organizzazione ambientalista no profit Parley for the Oceans, per la produzione di tessuti in poliestere riciclato.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.