×
1 690
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 gen 2022
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Charlotte Casiraghi a cavallo inaugura l'alta moda costruttivista di Chanel

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 gen 2022

Proprio quando si parlava di una stagione di haute couture tutta fatta di sfilate intimiste, ecco che arriva Virgine Viard, con l'artista Xavier Veilhan e la scelta di un mega set metafisico e ambizioso a fare da cornice a una collezione Chanel in stile costruttivista.

Chanel - Primavera-Estate 2022 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


È stata la principessa Charlotte di Monaco ad aprire le danze martedì mattina, vestita con una giacca Chanel in lana riccia antracite con bottoni gioiello e appollaiata sul suo cavallo Cusco, che ha fatto il giro della passerella al passo, prima di uscirne al galoppo.

Ecco ciò che si definisce un inizio spettacolare per una sfilata, in un Grand Palais Éphémère reinventato con sinuosi palchi coperti di sabbia, piattaforme in moquette e sedili in strutture tubolari. Anelli giganti e coccarde mobili componevano uno sfondo suggestivo per l'arrivo delle celebrità – Elsa Zylberstein, Pharrell Williams, Anamaria Vartolomei o Abd Al Malik, passando per Margot Robbie, Carole Bouquet, Sofia Coppola e Vanessa Paradis, con tutto questo bel mondo diviso in due show, uno alle 10 e l’altro alle 12.

Al di sopra di tutto aleggiavano luci Andon di 20 metri quadrati, enormi pillole grandi come camion e monumentali sculture cubiche disposte in file sfalsate. Al centro della scena, il DJ Sébastien Tellier era appollaiato su un palco alta dieci metri e ha suonato una grande colonna sonora di funk elettronico che portava istintivamente a tenerne il ritmo battendo i piedi.

Chanel - Primavera-Estate 2022 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


In una parola, un brillante spettacolo visivo immaginato da Xavier Veilhan, ospite d'onore della Francia alla Biennale di Venezia 2017.

L'intera collezione si ispira ai motivi grafici e alle forme degli anni ‘20. Ma non c'era niente di troppo retrò. In apertura, eleganti tailleur pantalone la cui classica giacca a quattro bottoni era realizzata in lana riccia blu egiziano o in pied de poule color rame. Virginie Viard ha immaginato una serie di abiti-cappotto ecrù a quadretti lampone o fragola, abbinandoli a maniche in piume di marabù. Il tutto completato da Mary Jane bicolore, con sorprendenti tacchi sempre ispirati agli anni ‘20. Creazioni indossate da un cast di modelle che sfoggiavano quello che i francesi chiamano Oeil au beurre noir, ovvero occhio nero!

“Le forme geometriche mi davano voglia di contrasti, tanta leggerezza e freschezza: abiti aerei che fluttuano, come sospesi nell'aria. Un sacco di balze, frange, macramè, pizzi lucidi, tweed iridescenti, bottoni decorati con pietre colorate”, ha dichiarato entusiasta Virginie Viard.

Ma la sua più grande idea è stata la gonna ad intagli, con uno spacco a metà lungo fino alla vita e indossata su camicie di pizzo lunghe fino al ginocchio color oro bianco. Per la sera, Viard mescola abiti da cocktail in chiffon a strati e tubini con giacche da biker in lana bouclé, e alcuni boleri. E offre un mucchio di tubini realizzati in brillanti tonalità del platino, che conferiscono a questi capi un glamour da Belle Epoque. Il clou è l’abito lungo interamente ricamato da Lesage con camelie costruttiviste fatte di perle nere, bianche e corallo, ancora una volta abbinate a una giacchetta nera.

Chanel - Primavera-Estate 2022 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


Nel mezzo del set, un video sgranato in stile punk chic e cool è stato proiettato su due schermi dalle dimensioni monumentali: vi abbiamo visto Charlotte Casiraghi – ambasciatrice ufficiale di Chanel – a cavallo di Cusco in un paddock e in mezzo alla foresta, ripresa dall'obiettivo del fotografo norvegese Ola Rindal. L’intermezzo equestre oscillava tra immaginazione e realtà, proprio come questa collezione di haute couture.

E quando la sfilata ha raggiunto nuove vette, Sébastien Tellier ha iniziato improvvisamente a fingere di suonare un enorme mandolino astratto di legno, mentre in prima fila Pharrell Williams alzava il pugno per mostrare il suo apprezzamento.

“L'idea per questo allestimento è nata da un desiderio di lunga data di lavorare con Xavier Veilhan. Le sue ispirazioni costruttiviste mi ricordano quelle di Karl Lagerfeld”, ha detto Virginie Viard a FashionNetwork.com, nel backstage dopo lo show.

“Amo questo spirito simile tra noi, oggi e nel tempo. Oltre a creare l’ambientazione per il défilé con riferimenti alle avanguardie degli anni '20 e '30, Xavier ha voluto lavorare con Charlotte Casiraghi. Il suo universo artistico è pieno di cavalli e Charlotte è una cavallerizza esperta”, ha aggiunto Virginie.

È stata la prima sfilata di Chanel da quando i proprietari dell'etichetta, la famiglia Wertheimer, hanno annunciato di aver nominato un nuovo direttore generale della maison, Leena Nair, che è entrata a far parte del colosso della moda dopo essere stata direttrice delle risorse umane di Unilever. Ma Leena Nair, che inizierà la sua nuova missione il 1° febbraio, questa mattina non era presente a Parigi.

Chanel - Primavera-Estate 2022 - Haute Couture - Parigi - © PixelFormula


In compenso il direttore attuale, e leader del clan, Alain Wertheimer, discretamente seduto in seconda fila, ha trascorso metà della sfilata a scattare foto e video con il suo iPhone, atteggiamento che per un patron del lusso è generalmente un segno di buonumore.

E ha buone ragioni per esserlo, dopo questa collezione estremamente ben riuscita, benché non molto sperimentale, dotata della migliore messa in scena vista da anni a Parigi.

Troppo spesso Virginie Viard viene un po' stangata dai critici, che le riconoscono di essere una creatrice di talento, ma l’accusano di essere priva di quella visione che è propria di un grande direttore artistico. La sfilata di oggi dovrebbe porre fine a questo tipo di chiacchiere.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.