×
1 747
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 ott 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Chanel prosegue nel suo shopping in Italia acquisendo Ballin

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 ott 2020

Niente sembra fermare la marcia di Chanel, che sta moltiplicando gli investimenti nella propria catena di fornitura. In particolare in Italia, dove il tessuto produttivo e artigianale del settore del lusso è stato preservato molto meglio che in Francia. Dopo l’acquisto, avvenuto la scorsa estate, della Conceria Gaiera Giovanni, tocca al produttore di calzature Ballin cadere nelle mani del colosso francese del lusso.

La sede di Ballin in Veneto - Ballin


Il gruppo ha confermato a FashionNetwork.com di “aver acquisito una quota di maggioranza del produttore di scarpe di lusso Ballin”, di cui Chanel è “uno dei clienti principali”. La casa di moda ed il calzaturiere lavorano insieme da molti anni e, secondo Chanel, “questo investimento offre una prospettiva più duratura per la collaborazione, iscrivendosi nella continuità di un rapporto già consolidato”.
 
“Questa decisione è stata motivata da interessi convergenti: per Ballin il bisogno di affidarsi a un partner solido che garantisca all'azienda visibilità a lungo termine, e per Chanel la volontà di rafforzare un settore essenziale sia alla sua attività che a quella del lusso nel suo insieme”, precisa ancor la griffe in una nota.

Fondata nel 1945 dai fratelli Guido e Giorgio Ballin, l’azienda ha sede a Fiesso D'Artico (VE), sulla Riviera del Brenta, uno dei principali capisaldi della produzione calzaturiera in Italia. Oltre al suo ruolo di fornitore, Ballin sviluppa e commercializza anche un marchio di scarpe a suo nome. Nel corso degli anni, l’azienda veneta ha saputo conservare il tradizionale know-how della manifattura Made in Italy, facendolo anche evolvere grazie alle nuove tecnologie.
 
Come sottolinea la firma francese, che ha appena chiuso la Paris Fashion Week con una spettacolare sfilata al Grand Palais, “in conformità con la strategia di Chanel in questo tipo di operazione, Ballin continuerà a collaborare con tutti i suoi clienti”.
 
Si tratta della quarta azienda italiana in due anni ad entrare nell’orbita del colosso parigino. Dopo aver investito lo scorso anno nella conceria Samanta, specialista in pelli stampate e goffrate, il gruppo del lusso ha comprato la Conceria Gaiera Giovanni, specializzata nella trasformazione e nel trattamento di pelli di capretto, agnello e vitello. All'inizio di luglio, Chanel ha anche finalizzato l'acquisizione del produttore piemontese di filati fantasia Vimar 1991, che è entrato a far parte di Paraffection, la filiale del gruppo che riunisce le case e i know-how degli artigianali métiers d’art.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.