Chanel entra nel capitale della manifattura orologiera svizzera Kenissi

La maison francese Chanel ha annunciato di aver acquisito una partecipazione nella manifattura orologiera svizzera Kenissi, qualche mese dopo essere entrata nel capitale di un altro marchio ginevrino di orologi, Journe.

La maison parigina del lusso porta avanti i propri investimenti nell'orologeria - Chanel.com

Il gruppo del lusso, che non ha precisato la quota della partecipazione né l’ammontare dell’investimento, ha sottolineato in un comunicato che questa operazione consente di “continuare a rafforzare la propria posizione come player dell’orologeria di prestigio”.
 
Chanel ha evidenziato che il proprio percorso nel settore è iniziato “nel 1993 con l’acquisizione della manifattura G&F Châtelain di La Chaux-de-Fonds, (che) si inseriva nella volontà di garantire alle proprie creazioni uno stile e dei movimenti di grande qualità”.
 
Kenissi, “nuova manifattura svizzera di movimenti automatici, propone una gamma di prodotti dalle alte prestazioni e dalla grande robustezza. Basata attualmente a Ginevra, Kenissi si trasferirà in un nuova sede a Le Locle nel 2021”, precisa il comunicato.
 
Chanel ha annunciato che in occasione del salone internazionale dell’orologeria Baselworld, che si svolgerà a Basilea il prossimo marzo, presenterà “una nuova creazione dotata del movimento automatico realizzato dalla manifattura Kenissi”.
 
Lo scorso settembre, la maison del lusso aveva annunciato di aver acquisito una partecipazione “minoritaria” nella società orologiera Journe, brand ginevrino la cui produzione ultra lusso si limita a 900 orologi all’anno.
 
La maison Chanel, di proprietà dei fratelli Wertheimer, ha realizzato nell’esercizio 2017 un giro d’affari di 9,6 miliardi di dollari (8,39 miliardi di euro) con la holding Chanel Limited.

Copyright © 2019 AFP. Tutti i diritti riservati.

OrologeriaLusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER