×
1 358
Fashion Jobs
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
NEW GUARDS GROUP
Shoes Production Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Pianificazione Produzione
Tempo Indeterminato · FIRENZE
STAFF INTERNATIONAL
Senior Legal Counsel
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 lug 2022
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Chanel, alta moda: ritorno agli anni ’30

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 lug 2022

Ritorno agli anni '30 per Chanel haute couture, che rivisita questo periodo e gli dona un tocco equestre e western in un défilé organizzato in un soleggiato martedì mattina nel circolo ippico privato dell'Étrier de Paris.

Chanel - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - Photo: Chanel


Una sfilata il cui filo conduttore era l'omaggio alla collezione di gioielli del 1932 di Coco Chanel, attualmente oggetto di una mostra temporanea della durata di sei giorni al Grand Palais Éphémère.
 
Una mostra composta da pezzi di alta gioielleria del valore stimato di diverse decine di milioni di euro, presentati nel nuovissimo arredamento ideato dall'artista Xavier Veilhan. Una messa in scena che porta un tocco equestre a questa mostra, con le modelle che hanno sfilato in un paddock, nel cuore del Bois de Boulogne.

Gli ospiti sono stati accolti in un'atmosfera immaginata da Xavier Veilhan, fatta di falsi orologi giganti, pillole medicinali e Zeppelin, prima di spostarsi sulla sabbia bianca appena sparsa per l'occasione. Una scena adatta per le star in prima fila che hanno assistito a entrambi gli show mattutini, come Sigourney Weaver, Soo Joo Park, Elsa Zylberstein, Marion Cotillard, Maggie Gyllenhall, Keira Knightly e Anna Mouglalis.
 
Ritorno alle proporzioni degli anni '30, con gonne al polpaccio e giacche dal colletto squadrato, non troppo aderenti al corpo e spesso sbottonate. Nella collezione troviamo le classiche lane bouclé, attualizzate nei toni del beige sabbia, lampone scuro, lime brillante, verde Castleton e avena brillante. Come nel magnifico completo composto da una giacca con quattro tasche oblique e pantaloni da jogging indossati senza stivali, e attorno al collo una collana che rappresenta due ali.
 
La parte centrale della sfilata si è svolta con maggiore lentezza, con la densità dei cappotti a righe orizzontali che appesantiva notevolmente le modelle. Con tutte queste top model che sfoggiavano stivali con tacco obliquo e cappelli da cowboy flosci, si aveva quasi l’impressione di essere una comparsa di Dallas.

 


Poi improvvisamente si torna al presente, con gonne super lucide e cangianti, un cappotto di lana rosa cipria dalla vestibilità perfetta e una superba giacca Eisenhower con maniche extra large in bouclé di lana Chanel.
 
Per poi rituffarsi nell'eccesso con una serie di abiti da cocktail in chiffon nero, quel tipo di look immensamente di classe che si trovano solo nell'haute couture parigina. Ciondoli di diamanti a forma di mezzaluna, braccialetti stretti e una sorprendente collana a forma di doppia stella filante a girocollo - tutto proveniente dalla mostra per il 90° anniversario “Bijoux des Diamants”.
 
“È stata una mattinata impegnativa, dato che hanno consegnato i gioielli solo due ore prima dello show”, ha detto Virginie Viard, direttrice creativa di Chanel, sorridendo mentre salutava gli ospiti sul tetto soleggiato del paddock.
 
Prima della sfilata, Viard ha fatto trasmettere un teaser diretto da Veilhan, girato dentro e nei dintorni del circolo di equitazione, con il suo musicista preferito, Sébastien Tellier; l'ambasciatrice Charlotte Casiraghi e la modella Vivienne Rohner vi si muovono interagendo con il paesaggio, alternativamente reale e virtuale.
 
“Ho iniziato con il 1932 e tutta quell'epoca. In parte perché i suoi elementi grafici e costruttivisti funzionano molto bene con Chanel. In termini di colori, ho sempre amato il verde, quindi abbiamo girato l'intero film con uno sfondo verde, ma era tutto finto. Le modelle si trovavano all'interno di quella che sembrava essere un’autovettura, ma non lo era”, sorride Virginie Viard.
 
Ma soprattutto, qualsiasi siano le preferenze di ognuno, l'intera sfilata trasudava totalmente Chanel da tutti i pori, avendo Virginie Viard tenuto conto del fatto che la cliente di oggi vuole acquistare dei capi affermando inequivocabilmente che sono stati davvero e visibilmente realizzati da Chanel - con una sapiente aggiunta di modernità. Inoltre, è una strategia che sta chiaramente avendo successo presso il pubblico, poiché le entrate di Chanel sono cresciute di quasi il 50% nel 2021, a 15,6 miliardi di dollari.

Chanel - Autunno-Inverno 2022/23 - Haute Couture - Parigi - Chanel


Detto questo, è stato difficile comprendere il ruolo di Pharrell Williams nello schema generale, lui che ha aperto lo show con un video sullo schermo gigante che proponeva un lungo assolo di batteria. A meno che Pharrell non abbia sempre avuto una segreta passione per i gioielli?

Il défilé si è concluso con un finale caratterizzato da una colonna sonora corale che comprendeva Lucid Morto di Pan Daijing, e che ha raggiunto il culmine quando la modella olandese curvy Jill Kortleve ha sfilato nel più casual degli abiti da sposa, le mani in tasca e avvolta in uno scialle in ecrù allacciato e delicatamente ricamato.
 
Si sono rivissuti gli anni '30 - caratterizzati da una crisi economica globale, eroine coraggiose e letteratura visionaria – in questa sfilata, ma sicuramente sono anni molto più felici rivisti oggi.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.