Centergross svela i vincitori di “Italian Fashion Hub”

Il distretto del fast fashion Centergross ha proclamato i vincitori del concorso “Italian Fashion Hub”, lanciato lo scorso ottobre con YAC-Young Architects Competitions e dedicato alla riqualificazione architettonica del Centro Servizi del fashion hub bolognese: un chilometro di attività commerciali, ristoranti e uffici che ogni giorno accolgono visitatori internazionali e che i progettisti sono stati chiamati a trasformare in un simbolo dello stile italiano.
Il progetto vincitore dello studio ARKLAB di Imola

I 120 i progetti inviati da 87 nazioni sono stati valutati dalla giuria internazionale composta, tra gli altri, da Patrik Schumacher (Zaha Hadid Architects), Ben Gilmartin (Diller Scofidio + Renfro), Marie Hesseldahl (3XN), Aurélien Coulanges (Aterilers Jean Nouvel) e Stefano Stanghellini (IUAV).
 
Ad aggiudicarsi il primo premio, pari a 10mila euro, è stato lo studio di architettura ARKLAB di Imola in collaborazione con Serena Babini e Annalisa Ricci, che ha avuto l’idea di “rivestire” le strutture esistenti con pannelli perforati che coprono e al tempo stesso valorizzano l’edificio. Italiano anche il secondo premio (4.000 euro), assegnato allo studio DDA di Terni per il suo progetto basato sulla valorizzazione del legame tra il distretto bolognese e il suo territorio, attraverso una trasposizione in architettura del modello urbanistico del capoluogo emiliano. Terza classificata, infine, l’architetto Sabrina Ene, proveniente dalla Romania, che ha ricevuto il premio di 2.000 euro per il suo progetto che “gioca” soprattutto con l’esperienza del visitatore, indirizzato a percepire la vitalità glamour di Centergross, senza dimenticare la sostenibilità.
Il secondo classificato, il progetto dello studio DDA di Terni

“L’aspetto architettonico è sempre stato fondamentale per il nostro distretto, fin dall’epoca della sua fondazione negli anni Settanta”, ha commentato Lucia Gazzotti, Presidente di Centergross. “Quello che desideriamo oggi è operare un’evoluzione di quella stessa struttura che ci ha permesso di diventare una realtà di riferimento per il nostro settore, attraverso un progetto che sappia rispondere alle esigenze dei nostri tempi, ma soprattutto a quelle di domani, a partire dalla sostenibilità ambientale”.
 
Assegnate nell’ambito del concorso anche quattro “Gold Mention” del valore di 1.000 euro: Letizia Artioli, Olimpia Starzycka (Polonia); Team Dry Room (Corea del Sud); Team YeS Design (Kazakistan); Team HB12 (Repubblica di Corea).

Il progetto dell'architetto Sabrina Ene, dalla Romania, che si è aggiudicato il terzo premio
 
Centergross, che si sviluppa su un’area di 1 milione di metri quadrati alle porte di Bologna, comprende oggi circa 600 aziende (1 su 4 impegnata nell’abbigliamento donna) per oltre 6.000 lavoratori di settore. Il volume complessivo di affari si aggira intorno ai 5 miliardi di euro, il 60% dei quali rivolto ai mercati esteri: Asia, Europa, Stati Uniti e Medio-Oriente.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroCreazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER