×
1 700
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Sustainability Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
Adnkronos
Pubblicato il
6 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Capasa (Cnmi): “Nel settore moda 50mila posti a rischio”

Di
Adnkronos
Pubblicato il
6 apr 2021

"Neanche l'automotive tedesco ha un primato in Europa con trenta punti di distacco sul secondo Paese, come ha la moda italiana con il suo 41% di produzione europea. Un primato che oggi rischiamo di perdere". Lo dico in un'intervista al Corriere della Sera Carlo Capasa, da sei anni al timone della Camera nazionale della moda italiana che riunisce le principali griffe italiane.

Carlo Capasa - Camera Nazionale della Moda Italiana


“Oltre 50mila posti di lavoro a rischio nell'industria e altrettanti nel commercio”, aggiunge. “Una stima forse pessimistica ma il numero di dipendenti in cassa integrazione a inizio anno era intorno ai 20mila. In assenza di una ripresa a settembre, una stima tra 40mila e 50mila posti persi solo nell'industria non è irragionevole".

"La moda è la seconda industria italiana”, spiega Capasa, “nel 2019 facevamo 100 miliardi, nel 2020 abbiamo perso il 26% del nostro fatturato che è tantissimo se pensiamo che il 70% della moda di alta qualità viene prodotta in Italia. I grandi brand sono la testa di ponte di 65mila aziende, di cui 30 mila artigiani, una filiera unica".

I decreti di questi mesi non sono serviti? "Fino ad oggi dei ristori è arrivato poco o niente, i piccoli non sono stati ristorati e i tanto piccoli sono rimasti fuori dai veri ristori. Con i magazzini pieni e senza vere misure a supporto della filiera, neanche a livello di crediti d'imposta". Più in dettaglio? “È previsto un credito d'imposta per gli affitti dei negozi chiusi, ma se hai un'azienda che fattura più di 5 milioni di euro non ne hai diritto. Stesso discorso sulle rimanenze 2020 eccedenti quelle 2019".

Copyright © 2021 AdnKronos. All rights reserved.