×
1 326
Fashion Jobs
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Adnkronos
Pubblicato il
6 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Capasa (Cnmi): “Nel settore moda 50mila posti a rischio”

Di
Adnkronos
Pubblicato il
6 apr 2021

"Neanche l'automotive tedesco ha un primato in Europa con trenta punti di distacco sul secondo Paese, come ha la moda italiana con il suo 41% di produzione europea. Un primato che oggi rischiamo di perdere". Lo dico in un'intervista al Corriere della Sera Carlo Capasa, da sei anni al timone della Camera nazionale della moda italiana che riunisce le principali griffe italiane.

Carlo Capasa - Camera Nazionale della Moda Italiana


“Oltre 50mila posti di lavoro a rischio nell'industria e altrettanti nel commercio”, aggiunge. “Una stima forse pessimistica ma il numero di dipendenti in cassa integrazione a inizio anno era intorno ai 20mila. In assenza di una ripresa a settembre, una stima tra 40mila e 50mila posti persi solo nell'industria non è irragionevole".

"La moda è la seconda industria italiana”, spiega Capasa, “nel 2019 facevamo 100 miliardi, nel 2020 abbiamo perso il 26% del nostro fatturato che è tantissimo se pensiamo che il 70% della moda di alta qualità viene prodotta in Italia. I grandi brand sono la testa di ponte di 65mila aziende, di cui 30 mila artigiani, una filiera unica".

I decreti di questi mesi non sono serviti? "Fino ad oggi dei ristori è arrivato poco o niente, i piccoli non sono stati ristorati e i tanto piccoli sono rimasti fuori dai veri ristori. Con i magazzini pieni e senza vere misure a supporto della filiera, neanche a livello di crediti d'imposta". Più in dettaglio? “È previsto un credito d'imposta per gli affitti dei negozi chiusi, ma se hai un'azienda che fattura più di 5 milioni di euro non ne hai diritto. Stesso discorso sulle rimanenze 2020 eccedenti quelle 2019".

Copyright © 2022 AdnKronos. All rights reserved.