×
1 381
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
Di
Ansa
Pubblicato il
20 set 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Capasa (CNMI): “Da New York Times attacco vergognoso”

Di
Ansa
Pubblicato il
20 set 2018

"Un attacco vergognoso e strumentale": così il presidente CNMI, Carlo Capasa, definisce l'articolo del New York Times che parla delle ombre dell'economia italiana e della moda in particolare, per la quale - secondo il quotidiano americano - sono in molti a lavorare da casa, sottopagati e senza contratto, vale a dire in nero.

Carlo Capasa - ANSA


Nell'inchiesta realizzata in Puglia, intitolata “Inside Italy's Shadow Economy” si racconta, con testimonianze anche anonime, il lavoro di migliaia di donne che ricevono dal laboratorio locale un euro per ogni metro di stoffa cucita o ricamano paillettes per 1,50-2 euro l'ora. Di questa manodopera si servirebbero grandi marchi. In particolare, si fanno i nomi di brand come Max Mara (che ha aperto la seconda giornata di Milano Moda Donna) e di Fendi (altro marchio in passerella il 20 settembre). "Hanno attaccato questi marchi in maniera indegna”, ha detto Capasa, “per questo prepareremo una nota congiunta insieme agli avvocati".

"Se hanno trovato un reato c'è obbligo di denuncia, perché non l'hanno fatto?", si è chiesto Capasa, per il quale "i nostri contratti sono tutti a tutela dei lavoratori". "Quello del New York Times è un attacco strumentale che nasce”, ha continuato il presidente di Camera Moda, “senza aver fatto una vera indagine. Io sono pugliese e la Puglia non è il Bangladesh. Citano fonti sconosciute e dicono anche che in Italia non abbiamo una legge sul salario minimo e questo è grave: le nostre”, ha sottolineato, “sono aziende serie, se i subcontratti hanno fatto delle stupidaggini questo va perseguito, ma condividiamo tutti lo stesso contratto per la tutela dei lavoratori. Se poi volevano demonizzare il lavoro domestico, trovo che sia sbagliato, ha un senso purché sia ben pagato".

"Replicheremo a New York Times in modo pesante", ha annunciato Capasa. E il motivo è che "siamo il Paese che ha fatto di più per questi diritti, il primo a perseguire gli abusi, non c'è nessuna connivenza delle aziende italiane perché non ne hanno bisogno, non abbiamo bisogno di sfruttare nessuno". Secondo Capasa c'è un motivo per cui questo articolo è uscito oggi: "A Milano inizia la Fashion Week con il green carpet, siamo bravi e questo dà fastidio".

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.