×
1 541
Fashion Jobs
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
Pubblicato il
9 apr 2019
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Canepa torna in mano alla famiglia fondatrice

Pubblicato il
9 apr 2019

Canepa volta pagina con il ritorno di Michele Canepa, figlio dei fondatori della storica azienda serica. L’imprenditore – tramite la sua società immobiliare Taroni RE – ha rilevato le quote del gruppo comasco detenute dall’azionista di maggioranza Immobiliare Seta, società di IDeA CCR, il fondo del Gruppo De Agostini che a giugno 2018 acquisì il controllo di Canepa.

La sede di Capena


Scampato il rischio “frazionamento”. L’ingresso di Michele Canepa, nominato anche amministratore delegato, garantisce infatti la continuità dell’intero gruppo, evitando cessioni di singoli rami d’azienda o liquidazioni, precisa la società in una nota. Nell’azionariato di Canepa entra anche il socio della Taroni RE, Maurizio Ceriani, con una quota di minoranza.
 
Esce di scena, invece, dopo meno di un anno, IDeA CCR II, che dopo il suo ingresso aveva lasciato alla famiglia Canepa-Saibene (rappresentata dall’altra figlia dei fondatori, Elisabetta Canepa) una partecipazione minoritaria pari al 33% del capitale.

Il fondo aveva prospettato un piano di rilancio che mirava a consolidare la presenza del gruppo all’estero, attraverso l’attivazione di nuovi servizi, l’ampiamento del portafoglio clienti e investimenti in tecnologia e sostenibilità.
 
Ma nel processo di ristrutturazione disegnato da IDeA CCR II rientravano anche 129 esuberi, poi ridotti a 105 e scongiurati grazie all’attivazione della cassa integrazione straordinaria. 
 
Il fondo, preso atto delle difficoltà nella gestione della fase di transizione, ha optato quindi per il disinvestimento, passando la palla al tribunale di Como – che lo scorso dicembre ha ammesso Canepa al concordato in bianco – nell’attesa che si palesasse un’offerta valida per il suo acquisto.

@canepa

 
Canepa, cha ha chiuso il 2017 a 90 milioni di euro di fatturato (dai 107 milioni del 2015), impiega circa 700 dipendenti, la maggior parte dei quali nei due insediamenti industriali di San Fermo della Battaglia (CO) e Melpignano (LE).
 
Intanto sale l’attesa per la decisione del tribunale, che entro il prossimo giugno (al termine dei 120 giorni concessi) dovrebbe esprimersi sul piano di rilancio proposto.
 
Si apre così un nuovo corso per il gruppo lariano sotto la guida di Michele Canepa, uscito dall’azienda di famiglia alla fine degli anni ’90 per rilevare una delle più antiche tessiture di Como, la Taroni, attiva da fine Ottocento nel settore della seta pura, con una clientela haute couture e un prodotto totalmente legato al mondo della moda donna.
 
“La Taroni SpA non ha – tuttavia – alcun coinvolgimento in quest’operazione finanziaria”, ha commentato il neoamministratore delegato. “E con Maurizio Ceriani, che è stato mio manager in una delle aziende prima di lasciare il Gruppo Canepa, vogliamo lavorare per riportare il gruppo al prestigio degli anni passati, rafforzando l’offerta di prodotti di alta qualità”.
 
Fondata nel 1967 dai coniugi Canepa, l’omonima manifattura affonda le sue radici nel mondo della seta, ma nel tempo ha ampliato la produzione anche ad altre fibre naturali, come cashmere, lana, cotone, lino e canapa, e vanta oggi un selezionato portafoglio clienti composto da oltre 150 griffe internazionali di moda e lusso.

@Canepa

 
Esempio e campione di sostenibilità, l’azienda comasca ha rivoluzionato il comparto con il brevetto SaveTheWater-Kitotex, che permette una significativa riduzione dell’impatto ambientale dei processi produttivi.
 
Canepa presidia il segmento moda anche con marchi di proprietà (Fiorio, laRana, Gallieni, Tino Cosma e il nuovo arrivato Carlotta Canepa), che nel 2017 hanno generato 5 milioni di euro di vendite.
 
Un gruppo che ha segnato la storia dell’industria tessile nazionale, facendo leva su tradizione e radicamento territoriale. Ed è ripartendo da qui che si appresta a scrivere un nuovo capitolo della sua storia.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.