×
1 541
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Camicissima: nel 2018 ottima crescita di fatturato ed EBITDA

Pubblicato il
today 3 apr 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Salgono spediti fatturato e margine operativo della catena di camicie e abbigliamento Camicissima, del gruppo Fenicia SpA, mentre rimane invariato il suo target di raggiungere entro i prossimi 5 anni i 1.000 punti vendita monomarca in Italia e all’estero, un progetto che in proiezione futura prevede anche la creazione dei primi store dedicati alla sua nuova linea femminile.

Un outfit della linea "Buongiorno e tante belle cose" - Camicissima


Infatti, il fatturato 2018 dell’azienda nata a Palermo nel 1931 da un’idea di Giovanni Candido, e che poi dal 2008 ha spostato la sede a Milano, è stato di oltre 49 milioni di euro, +8% rispetto ai 45,6 milioni dell’anno precedente. Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato di 7,5 milioni di euro, pari al 15,3% del fatturato, crescendo del 39% rispetto ai 5,37 milioni (e all’11,8% del giro d’affari) dell’esercizio 2017.
 
“Il mercato cinese, è ad oggi, dopo l'Italia, il mercato che ci dà più soddisfazioni in termini di business”, precisa a FashionNetwork.com Fabio Candido, Presidente di Camicissima e terza generazione della famiglia fondatrice, fratello dell’Amministratore Delegato, Sergio Candido. “Ad oggi abbiamo inaugurato ben 180 negozi in Cina, ed ogni mese ne apriamo di nuovi. Non siamo presenti solo nella capitale e nelle città principali, ma ci stiamo muovendo anche verso le città di terzo livello, che sicuramente hanno un portafoglio di spesa differente, però sono in crescita. In questo mercato è molto apprezzata dai consumatori la camicia non iron, nostro fiore all'occhiello, un capo in 100% cotone che non necessita di essere stirato e rimane senza pieghe tutta la giornata”. Gli altri monobrand Camicissima sono al momento 124 in Italia (93 a gestione diretta, 31 in franchising), mentre nel resto del mondo sono oltre 50, a superare i 350 negozi totali.

A sinistra Fabio Candido, a destra Sergio Candido - Camicissima


Ma la società guarda anche al verso Oriente. Soprattutto “gli Emirati Arabi e l'Arabia Saudita rappresentano una realtà per noi importante in termini di business, anche in vista del prossimo EXPO che sicuramente genererà molto traffico”, prosegue Fabio Candido, “ma anche la nostra recente apertura in Vietnam mostra un mercato dal forte potenziale, dove sta crescendo sempre più una classe dotata di un maggiore potenziale di spesa.Stiamo poi definendo altre aperture di negozi, che saranno in due nuovi mercatie prima dell'estate”, indica ancora.

Camicissima si è recentemente lanciata anche nell’abbigliamento femminile, con la prima capsule collection “Buongiorno e tante belle cose”. “Si tratta di un esperimento”, afferma Candido, “nato dal fatto che molte donne (il 35% della clientela) vanno nei negozi Camicissima a fare shopping per fidanzati e mariti e spesso richiedono qualche capo per loro. Il nome della collezione vuole identificare uno spirito tipicamente italiano e un mood positivo ed energico. Lo stile della linea, che comprende camicie, pantaloni, chemisier e t-shirt, riprende la classica estetica Camicissima, ma la declina in versione fashion, sport-chic e ricercata, con dettagli trendy e stampe inedite. Per ora è disponibile in 55 corner selezionati tra i 124 negozi Camicissima in Italia, ma l'obbiettivo futuro è di arrivare a creare dei monomarca ad essa dedicati anche all'estero, replicando la formula vincente di crescita di Camicissima”.

Nelle parole di Fabio Candido, Camicissima si mostra impermeabile al fenomeno riscontrato da vari produttori di camiceria della crisi della camicia tradizionale, a causa dell’evoluzione dei gusti dei millennials e del fatto che stilisti e aziende che producono capispalla stiano sempre più proponendo in abbinamento alle giacche dei lupetti o delle t-shirt. Inoltre, anche in aziende importanti si tende a vestirsi in modo sempre meno formale. “È vero che il concetto del casual friday si sta estendendo sempre più agli altri giorni della settimana”, sostiene al proposito il Presidente. “Ma proprio per venire incontro a questi usi sempre più comuni, nei nostri negozi è possibile trovare la collezione trendy, che cambia di stagione in stagione, con una linea e colori più casual e molto apprezzata, non solo dai millennials”.

La borsa per il progetto "Chicco di Felicità" by Camicissima


Infine, Camicissima ha collaborato con lo storico marchio Chicco, del gruppo Artsana, al progetto “Chicco di Felicità”, il cui ricavato andrà a sostegno dell’Associazione CAF – Centro di aiuto ai minori e alla famiglia in crisi. Camicissima harealizzato una edizione limitata di shopping bag in tessuto 100% cotone, nei colori rosa, blu navy e beige, con chiusura a zip, tasca interna e sfrangiature a contrasto, che saranno personalizzabili nei punti vendita Camicissima aderenti all’iniziativa, grazie alla possibilità di ricamarvi le proprie iniziali o quelle del proprio bambino. Le borse saranno disponibili nei negozi Chicco in Italia, nei negozi Camicissima e sull’e-commerce Chiccoshop.it al prezzo di 15 euro l’una.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.