×
1 321
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
Di
Ansa
Pubblicato il
21 giu 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Camera Moda lancia un programma di formazione per rifugiati con l'Onu

Di
Ansa
Pubblicato il
21 giu 2021

Dare un'opportunità è una straordinaria opportunità: è il concetto da cui è nato il progetto 'Fashion Deserves the World', grazie al quale 15 giovani rifugiati e migranti che desiderano trovare lavoro nella moda potranno formarsi per essere poi inseriti in varie aziende. Il programma è stato presentato da Camera Nazionale della Moda Italiana il 20 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato e delle passerelle di Milano Uomo, e si inserisce nel calendario di iniziative dell'Unhcr.

Il nuovo progetto di inclusione sociale di Camera Moda


Per portarlo avanti, la Camera della Moda si avvale delle competenze di Mygrants, startup e società benefit fondata e guidata da Christian Richmond Nzi, che offre a rifugiati e migranti programmi di micro-learning in tre lingue per consolidare le loro competenze facilitando l'ingresso nel mondo del lavoro.

'Fashion Deserves the World' non è solo un'opportunità per i rifugiati, ma anche e soprattutto per le aziende italiane: "nei prossimi 3-4 anni con i pensionamenti ci saranno 40mila posti vacanti”, spiega il presidente di Cnmi, Carlo Capasa, “per formare nuove competenze servono due anni e sarebbe un disastro perdere la qualità del nostro artigianato di chi lascia il lavoro senza eredi propri. Il nostro obiettivo è trovarne e in questo senso migranti e rifugiati sono dei patrimoni".

"Iniziamo con questo piccolo progetto, che speriamo diventi presto grande ed è un sasso nello stagno", dice ancora Capasa, per il quale "anche a livello governativo bisognerebbe trovare dei percorsi formativi ad hoc".

"Questa è un'operazione in cui vincono tutti”, sottolinea Laura Iucci, Responsabile Private Sector Partnerships di Unhcr Italia, “le aziende hanno necessità di un ricambio con persone preparate e motivate e, secondo gli ultimi studi macroeconomici, le diversità portate dai migranti sono un valore aggiunto. In questo, la Camera della moda sta svolgendo il ruolo di apripista".

Il bando è aperto a migranti, rifugiati e apolidi con una buona conoscenza della lingua italiana e un forte desiderio di lavorare nel settore. Le candidature, da inviare sul sito di Mygrants, verranno vagliate dalla start up e sottoposte a Cnmi. I 15 finalisti seguiranno degli incontri di formazione per poi intraprendere dei percorsi lavorativi nelle varie aziende associate alla Camera della Moda.

L'iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell'Ethical Fashion Initiative, l'iniziativa delle Nazioni Unite sulla moda etica, e si inserisce nel programma intrapreso da Cnmi nel 2018 per promuovere l'inclusività e la valorizzazione della diversità nella moda. "Insieme”, si augura Christian Richmond Nzi, Founder & Ceo di Mygrants, “continueremo a fare cose folli, rendendole normali".

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.