×
1 456
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Cambi al vertice per gli orologi LVMH: Stéphane Bianchi è il nuovo CEO

Pubblicato il
today 21 set 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

LVMH ha annunciato che dopo oltre 40 anni di carriera nell’orologeria Jean-Claude Biver, 69 anni, dal 2014 Presidente della divisione orologi del colosso francese, ha deciso di lasciare il proprio ruolo operativo e di assumere la carica di Presidente non esecutivo.

Jean-Claude Biver - REUTERS/Arnd Wiegmann


Dal 1° novembre prossimo, dunque, Stéphane Bianchi diventerà CEO della Watchmaking Division del gruppo, guidando direttamente TAG Heuer, e a lui riporteranno i CEO di Hublot e Zenith. Nei giri di poltrone coinvolto anche Frédéric Arnault, figlio 23enne del patron di LVMH, Bernard Arnauld, nominato Strategy e Digital Director di TAG Heuer.
 
Laureato all’Institut d’Etudes Politiques di Parigi, Stéphane Bianchi, 53 anni, dopo essere stato consulente presso Arthur Andersen, ha sviluppato quasi tutta la sua carriera presso il gruppo Yves Rocher, dove è stato CEO dal 1998 al 2015, guidando direttamente i marchi Yves Rocher e Petit Bateau. Recentemente, è entrato nel consiglio di Amministrazione di un’altra azienda famigliare, Maus Group, che detiene tra gli altri i marchi Lacoste, Gant, ecc.

Jean-Claude Biver è stato l’artefice del successo di Hublot, che ha venduto a LVMH nel 2008, e del rilancio di Tag Heuer, soprattutto grazie a un riposizionamento su modelli meno cari e al lancio di orologi connessi. Oggi Tag Heuer è tra i primi 10 marchi di orologi svizzeri per fatturato, dopo Rolex, Omega (gruppo Swatch), Cartier (Richemont), Patek Philippe, Longines et Tissot (Swatch).
 
Il business dell’orologeria e delle gioielleria di LVMH genera un giro d’affari di 3,8 miliardi di euro, il 9% delle vendite totali del gruppo.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.