×
1 308
Fashion Jobs
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Head of Advertising And Digital Production
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Administration And Accounting Manager / Luxury Brand / Mendrisiotto
Tempo Indeterminato · COMO
GINNIBÒ SRL
E-Commerce Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
11 feb 2016
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Calzature: Clarks e Puma fanno condannare l’anti-dumping europeo

Pubblicato il
11 feb 2016

La Corte Europea di Giustizia si è pronunciata. Istituendo dei dazi anti-dumping sulle calzature in pelle provenienti da Cina e Vietnam, l’U.E. Non avrebbe rispettato le regole di valutazione dei prezzi dei prodotti normalmente applicate alle produzioni extraeuropee. I gruppi Clarks e Puma chiedono un risarcimento.


Da ottobre 2006, l’U.E. impone una tassa anti-dumping del 16,5% sulle importazioni di calzature cinesi, e del 10% nel caso di produzioni vietnamite. Tassa normalmente calcolata sul normale prezzo di vendita applicato nella nazione esportatrice. Al di fuori dell'Europa non riuscirebbe a giustificare il suo calcolo in questo campo.

Inoltre, il diritto commerciale permette ad alcuni attori di chiedere un'indagine specifica. Essa permette di ottenere una tassazione calcolata sui propri prezzi di vendita, e non sulla media nazionale dei Paesi di produzione. E l’Unione Europea non avrebbe dato seguito alle sollecitazioni di trattamenti individuali.

Clarks pretende di avere 60 milioni di euro dall'Unione Europea per le tasse imposte tra il 1° luglio 2007 e il 21 agosto 2010. Puma chiede invece circa 5,1 milioni di euro. In un primo tempo, le richieste dei due marchi erano state respinte dalle autorità finanziarie britanniche e tedesche. Dopo questa sentenza della Corte europea, tocca adesso a queste ultime pronunciarsi sui risarcimenti richiesti.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.