C&A Europe: il CEO si dimette

Discendente diretto dei fondatori del marchio C&A, Philippe Brenninkmeijer ha annunciato che lascerà l’incarico di CEO di C&A Europe per prepararsi a svolgere un nuovo ruolo all’interno del gruppo di famiglia, Cofra Holding.

Philippe Brenninkmeijer lascia C&A Europa - Archiv

Non si sa ancora quale funzione si appresta ad assumere, così come non si conosce il suo successore. In questo momento è Edward Brenninkmeijer ad essere stato nominato per assicurare l'interim.
 
Philippe Brenninkmeijer dirige C&A Europe dal 2015. Sotto la sua direzione è stato dato un nuovo orientamento a C&A, per migliorare la competitività del brand e invertirne la tendenza al ribasso.
 
I punti importanti fino al 2021
 
In quest’ottica, lo storico gigante della vendita al dettaglio è stato trasformato in fornitore omnicanale, attraverso la moltiplicazione dei suoi punti vendita e soprattutto con la sua diffusione su Internet, per massimizzare il più possibile l’esperienza del cliente. Grazie all’e-commerce, l’azienda ha previsto di triplicare il giro d’affari in quattro anni, e assicurarsi così un roseo futuro.
 
Nello stesso momento, C&A è stato ristrutturato, e sono stati concretizzati dei licenziamenti per rendere l’azienda più efficace e il suo funzionamento meno costoso.
 
Sotto la direzione di Philippe Brenninkmeijer il marchio ha scelto di investire sulla qualità delle sue collezioni, su un linguaggio grafico più moderno per la propria comunicazione e su un nuovo concept per i suoi negozi. Scelte strategiche che determinano un impegno economico totale di un miliardo di euro, che sarà speso nel corso dei prossimi 5 anni. A fine 2017, un terzo degli store C&A dovrebbero essere rinnovati, e circa l’80% entro il 2021.
 
Per prolungare nel tempo questa dinamica, sarà Edward Brenninkmeijer, già direttore generale di C&A BMC (Brasile, Messico, Cina), ad assicurare l’interim nell’incarico di presidente senza poteri esecutivi di C&A Europe, fino a che non sarà assunto un nuovo CEO.
 
C&A distribuisce i suoi prodotti in circa 2.000 punti vendita, dei quali quasi 1.500 si trovano in Europa (e 479 in Germania), e impiega circa 60.000 persone.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroNomine
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER