×
1 334
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Area Manager - Centro Italia
Tempo Indeterminato · ROMA
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
4 set 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Burberry e il BFC puntano su un incubatore per creare più diversità nella moda

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
4 set 2022

Nasce un nuovo incubatore che ha l’obiettivo di compensare la carenza di diversità che caratterizza l’industria della moda. Dedicato specificamente alle persone di colore e sostenuto da Burberry, “The Outsiders Perspective” sarà lanciato questo mese da Jamie Gill, personaggio importante del settore. I partecipanti selezionati “saranno supportati nell’entrare nel contesto operativo dell’industria della moda a un livello elevato”.


Jamie Gill - British Fashion Council


L'obiettivo di questo nuovo incubatore è fornire alle persone di colore l'accesso a diverse posizioni, nelle vendite, nel merchandising, nelle operazioni, nel digitale, nelle risorse umane, nel marketing e nelle pubbliche relazioni, nel diritto e nella finanza. I partecipanti dovranno avere più di quattro anni di esperienza lavorativa con competenze trasferibili, "per aiutare a spingere i giovani talenti ai livelli più alti del settore".
 
Si è appena aperta una prima fase di reclutamento di cinque settimane, con 25 posti disponibili per la fase pilota del progetto. Il programma includerà dei laboratori in cui i partecipanti potranno familiarizzare con "le sfumature dell'industria della moda" e sessioni di networking per presentarli a potenziali datori di lavoro.

La piattaforma lavorerà in associazione con leader del settore e aziende di moda impegnate a promuovere la diversità. The Outsiders Perspective è supportato da Burberry, Zalando, The British Fashion Council, Deloitte, il Gabinetto del Sindaco di Londra e l'agenzia di comunicazione Karla Otto.
 
Jamie Gill ha concepito questo nuovo progetto dopo aver constatato che mentre la diversità nella moda sembra migliorare negli ambiti più esposti al pubblico, lo stesso non vale dietro le quinte, dove solo il 5% dei dipendenti sono persone di colore.
 
"Sappiamo che questa statistica ha due cause", ha spiegato Jamie Gill a Forbes Magazine. “La moda non è vista come un percorso praticabile da molte minoranze etniche a causa di diversi fattori culturali e di mobilità sociale. Diritto, finanza e audit sembrano scelte di carriera molto più sicure per i candidati che non hanno le reti personali e finanziarie per entrare in un settore molto più rischioso, come la moda”.
 
"Ma non è tutto. Quando si guarda a ciò che accade dietro le quinte del settore, c'è una grave mancanza di rappresentanza etnica nei dipartimenti meno creativi, ma ugualmente essenziali: gestione finanziaria, gestione commerciale e gestione esecutiva. A parte i mega-brand che tutti conosciamo, l'industria della moda è composta da una moltitudine di piccoli e medi brand dove non c'è una chiara formazione professionale alla ricerca di talenti. Voglio cambiare tutto ciò".
 
Jamie Gill è entrato nel settore della moda dopo un periodo in Deloitte London, dove il suo portfolio era composto da clienti di lusso e immobiliari. Ha poi lasciato l’ambito istituzionale e si è trasferito in India, dove ha co-fondato una startup di abbigliamento di lusso prima di tornare nel Regno Unito nel 2016 per entrare a far parte di un fondo di investimento incentrato sul lusso. Nel 2018 ha assunto la direzione generale della maison britannica Roksanda. Nel settembre 2020 è entrato a far parte del comitato esecutivo del British Fashion Council per sostenere la lotta dell'organismo contro i pregiudizi e le discriminazioni nel settore.
 
Per la London Fashion Week di febbraio 2023 spera di poter rilasciare nuove informazioni sui candidati assunti e su nuovi partner della sua attività.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.