×
1 293
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Di
Reuters API
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 nov 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Burberry cerca di riaccendere la scintilla con la nuova coppia di dirigenti

Di
Reuters API
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 nov 2022

Il nuovo amministratore delegato di Burberry, Jonathan Akeroyd, illustrerà entro poche ore i suoi piani per portare a termine il lavoro iniziato dal proprio predecessore: portare la crescita del marchio britannico del lusso ai livelli dei suoi rivali europei.

L'ultima campagna di Burberry, con protagonista la cantante colombiana Shakira - Burberry


Akeroyd, che è subentrato ad aprile, presenterà la sua strategia insieme ai risultati del primo semestre, che sicuramente mostreranno l'impatto persistente dei lockdown e delle restrizioni agli spostamenti in Cina, il più grande mercato di Burberry. Akeroyd già fatto la sua nomina-chiave, scegliendo Daniel Lee per sostituire Riccardo Tisci come capo designer dell'etichetta nata 166 anni fa.

Burberry negli ultimi anni è rimasta indietro rispetto a concorrenti come Gucci, Prada e Loewe nella creazione di un marchio forte e Lee svolgerà un “ruolo importante nel riaccenderne l'interesse”, sostiene Mario Ortelli, Managing Partner della società di consulenza Ortelli&Co.

Lee, che in precedenza si trovava da Bottega Veneta, marchio di proprietà di Kering, dovrebbe concentrarsi sul rafforzamento delle sue collezioni da défilé, dello streetwear e del menswear per attrarre i consumatori più giovani, ha affermato Ortelli. Si prevede che il gruppo sosterrà la crescita del settore nei prossimi anni con acquisti di suoi prodotti che verranno effettuati già dai quindicenni, secondo le previsioni settoriali della società di consulenza Bain appena pubblicate.

Burberry dovrebbe anche espandere i suoi business nella pelletteria e nelle calzature, ha aggiunto Ortelli. La pelletteria rappresenta circa il 20% delle vendite di Burberry, contro il 70% di Bottega Veneta.

L'ex CEO dell'azienda, Marco Gobbetti, ha definito nel 2018 un piano per riposizionare saldamente il marchio nel segmento del lusso. Ha aumentato i prezzi, ha limitato la distribuzione ai propri negozi e ai grandi magazzini di fascia alta e ha ridotto gli sconti. Tisci, a sua volta, ha cambiato il linguaggio del design di Burberry, introducendo un monogramma TB che ha aumentato l'appeal del marchio presso i consumatori del lusso più giovani.

Le fasi finali del piano quinquennale di Burberry avrebbero dovuto vedere un'accelerazione della crescita dei ricavi e un aumento dei profitti. Ma la pandemia ha vanificato tale obiettivo, con i lockdown che hanno tenuto per molto tempo chiusi i negozi e le restrizioni di viaggio che impediscono ai turisti provenienti dall'Asia o da altri continenti di spendere a Parigi e Londra.

La label inglese ha registrato un aumento delle vendite a perimetro comparabile dell'1% nel trimestre conclusosi il 2 luglio. I rivali di Burberry, guidati dai leader francesi del lusso LVMH e Kering, al contrario, hanno recentemente riportato una crescita delle vendite a due cifre nel trimestre terminato il 30 settembre.

Burberry


La divisione moda e pelletteria di LVMH, di cui fanno parte Louis Vuitton e Dior, ha registrato un incremento delle vendite del 22% su base comparabile, mentre le vendite di Kering sono aumentate del 14%, anche se i ricavi della sua etichetta di punta Gucci sono cresciuti ‘solo’ del 9%, mancando le previsioni di mercato, che la vedevano salire dell'11%.

Akeroyd e Lee cercheranno di emulare l'impresa del CEO di Gucci, Marco Bizzarri, e del direttore creativo del marchio fiorentino, Alessandro Michele, che sono riusciti a impostare un modello per creare interesse verso i marchi di lusso già consolidati, aumentando i profitti di quasi quattro volte tra il 2015 e il 2019.
 
La nomina di Lee potrebbe segnalare una rivalutazione dell’heritage britannico di Burberry, secondo Lydia Slater, redattore capo di Harper's Bazaar.

“È probabile che l'interpretazione di Lee di quell'heritage sia l'opposto di quella convenzionale, dato il modo iconoclasta in cui ha trasformato Bottega Veneta da marchio di lusso discreto ad etichetta cult e direzionale”, ha affermato.

Il designer nato a Bradford è diventato famoso per aver rinvigorito il marchio italiano facendo risaltare il suo famoso “intrecciato” nelle borse e nelle scarpe, e creando uno dei colori più popolari del 2021, soprannominato “Bottega Green”.

Akeroyd ha una comprovata esperienza nella trasformazione di marchi affermati, come Alexander McQueen e Versace, affermano gli analisti.

“A lungo termine, il rinvigorimento del marchio dovrebbe aiutare a mantenere i fan della moda fedeli e i prodotti Burberry sempre più ambiti”, ha affermato Susannah Streeter, analista senior di investimenti e mercati presso Hargreaves Lansdown.

© Thomson Reuters 2023 All rights reserved.