Bulgari Ireland: impennata delle vendite grazie alla crescita internazionale

L’attività del gioielliere Bulgari in Irlanda ha registrato un aumento del 10% delle vendite, a 1,1 miliardi di euro, mentre i profitti sono più che raddoppiati, a 109 milioni di euro, nello scorso esercizio.

Bulgari

L’azienda di gioielleria di lusso e d’iperlusso di proprietà del colosso francese LVMH reindirizza le vendite che ottiene in tutto il mondo al suo ramo irlandese, utilizzando una struttura impiegata anche da aziende tecnologiche come Facebook e Apple.
 
I risultati resi noti di recente a Dublino hanno dimostrato che le vendite sono cresciute in modo significativo l'anno scorso dopo l'aumento della domanda a livello internazionale, soprattutto nelle nazioni asiatiche, come riportato dall’Irish Times.
 
Le vendite ottenute dall'Asia, Giappone escluso, sono aumentate di quasi 100 milioni di euro nel corso delll’anno, raggiungendo i 474 milioni di euro. Ulteriori 120 milioni di euro sono arrivati dall’America, mentre il Giappone ha contribuito con altrettanti 120 milioni di euro. Nel frattempo, 133 milioni di euro sono stati ottenuti in Medio Oriente.
 
Bulgari, le cui campagne pubblicitarie hanno avuto come protagoniste celebrità famose, tra cui Julianne Moore, Carla Bruni, Rachel Weisz e Bella Hadid, impiega 141 persone in Irlanda.

L'attrice spagnola Ursula Corberó è l'ultima della lunga serie di testimonial di Bulgari, presentata giorni fa al Bulgari Resort Dubai insieme alla nuova collezione "Fiorever" (misto delle parole 'fiore' e 'forever', cioè 'per sempre')

Secondo alcune segnalazioni, il marchio italiano starebbe progettando di aprire un centro di distribuzione internazionale all’Horizon Logistics Park, vicino all’aeroporto di Dublino, per soddisfare la domanda d’oltreoceano.
 
Bulgari ha raddoppiato le sue vendite complessive in cinque anni, passando da 1 a 2 miliardi di euro di fatturato tra il 2011 e il 2016. Il gioielliere (che nel 2004 ha anche lanciato il suo primo hotel e che dal 2007 è entrato nel mondo dei cosmetici) continua ad inanellare prestazioni con crescite esplosive e nutre ancora grandi ambizioni. Entro la fine del 2018, arriverà a contare 333 punti vendita monomarca nel mondo e prevede di arrivare a 363 entro il 2021.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER