Brooks Brothers festeggia i suoi 200 anni in grande stile a Firenze

Brooks Brothers ha scelto Firenze e il Pitti Uomo per lanciare i festeggiamenti del suo 200° anniversario. La griffe statunitense, fondata nel 1818 a Manhattan e comprata nel 2001 da Marks & Spencer dall’imprenditore italiano Claudio Del Vecchio, ha organizzato per questa occasione la prima e unica sfilata della sua storia in uno scenario maestoso.

Il marchio della pecora appesa proiettato su Palazzo Vecchio - E.P. - FashionNetwork.com

Lo show si è svolto mercoledì sera nell’imponente Salone dei Cinquecento, con i suoi soffitti in legno dipinto e gli affreschi di Leonardo da Vinci e Michelangelo, all’interno di Palazzo Vecchio, che ospita il municipio di Firenze. Decorato per l'occasione da pareti rivestite dei colori blu e oro, emblemi del marchio, il salone nascondeva dietro grandi tende di velluto blu una scenografia che accoglieva l’Orchestra Filarmonica Italiana.
 
I musicisti hanno iniziato a suonare varie canzoni americane, tra le quali “Empire state of mind” di Alicia Keys, mentre i modelli passavano attraverso l'orchestra, scendendo da una scala verso la lunga passerella che attraversava la location. In totale sono stati presentati 51 look, tutti maschili, disegnati dallo studio interno, ad eccezioni di 8 outfit femminili, dallo stile comunque molto maschile, immaginati dal direttore creativo Zac Posen.

La scenografia appena prima dell'inizio della sfilata - E.P. - FashionNetwork.com

La collezione presentata è stata in gran parte ispirata ai capi iconici di Brooks Brothers, ma aggiornati ai gusti odierni, proponendo un guardaroba maschile per tutti i momenti della giornata. L’elegante blazer navy con bottoni dorati ha aperto lo show, seguito da una serie di completi formali: abiti a tre pezzi, cravatte regimental, papillon, completi di flanella, ecc. Senza dimenticare le camicie classiche dotate del celebre colletto “button-down” inventato dal marchio nel 1896, vale a dire con le due estremità abbottonate.
 
In questo guardaroba d’eccezione non sono mancate tenute più informali per il weekend, con completi di velluto a coste, giacconi, bermuda, camicie leggere a maniche corte, gilet senza maniche e altri jeans.

L'imponenza del Salone dei Cinquecento in una panoramica a sfilata in corso - E.P. - FashionNetwork.com

L’insieme, che si è anche avvalso di un cast davvero multietnico, ha offerto al pubblico un pezzo d'America, un panorama di quella moda americana che si è impressa nel nostro immaginario grazie a tanti film. Il pubblico poteva continuare questo viaggio transatlantico dopo la sfilata, ammirando la mostra dedicata alla storia del marchio con foto e materiale d'archivio.
 
“Siamo stati dirompenti, disruptive per 200 anni, anche se la maggior parte delle persone lo ignora”, ha tenuto a sottolineare il CEO Claudio Del Vecchio davanti alle foto in bianco e nero e ai capi odierni del brand. Brooks Brothers fu infatti la prima azienda ad offrire vestiti confezionati. Oltre al collo “button-down”, Brooks Brothers ha creato vari altri classici dell’abbigliamento maschile come, nel 1900, l’originale polo button-down Oxford.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriLusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriSfilateCreazioneEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER