Brioni apre un flagship a Parigi e presenta il nuovo store concept

Brioni, la griffe di abbigliamento maschile di lusso del gruppo Kering, annuncia l'apertura del suo nuovo flagship store di Parigi, al numero 370 di Rue Saint-Honoré. Lo spazio di 590 metri quadrati segna un'importante fase della strategia di espansione retail del brand e il debutto di un nuovo store concept sviluppato da David Chipperfield Architects Milano.

L'ingresso del nuovo flagship Brioni a Parigi

Esaltando la romanità del brand e la sua tradizione sartoriale, il flagship concretizza la nuova visione del marchio data dalla direzione creativa di Justin O'Shea: una combinazione di lusso e semplicità, artigianalità e industrializzazione, tradizione e visione del futuro.

“Il nuovo store concept sottolinea la nostra ambizione di offrire una distintiva e rilevante esperienza d’acquisto ai clienti Brioni, facendo leva sulle nostre radici romane e sull'eredità del marchio”, ha commentato Gianluca Flore, Amministratore Delegato di Brioni.

Justin O'Shea, Direttore Creativo del brand, ha aggiunto: “È stato davvero eccitante lavorare con David Chipperfield Architects sulla creazione di questo spazio, che è una combinazione perfetta tra racconto del brand, design e sicuramente uno dei più bei negozi che abbia mai visto”.

“È un piacere collaborare con Brioni, brand celebrato per la sua innovazione, qualità e artigianalità. Ora che l'azienda è entrata in una nuova fase, nel ridisegnare lo store concept auspichiamo di combinare l'eredità del brand con una visione per il futuro”, ha dichiarato David Chipperfield.

L'interno dello store

L’intento del nuovo store concept è di offrire una differente interpretazione dell'abbigliamento maschile e, al contempo, di proporre una nuova esperienza di acquisto attraverso la creazione di una “galleria di capi” e di un “luogo di destinazione”; lo store, che ha forti connotazioni architettoniche, è realizzato in travertino grigio, un chiaro riferimento all'antica Roma e un segno distintivo per il marchio.

Il nuovo store design genera due sensazioni: una di “apertura” attraverso la luce naturale che filtra al primo piano, e l'altra, in contrapposizione alla prima, di "chiusura" al piano interrato. I due livelli sono collegati attraverso un ampio stage, che come una scala consente di percepire lo spazio del piano interrato dal livello superiore, esaltando il senso di continuità spaziale tra i due livelli.

Il livello interrato si compone di tre aree: quella espositiva e di vendita, l'area VIP che include un'area fitting e l'area dedicata ai camerini di prova. Queste aree sono concepite come un continuum definito dalle differenti esperienze possibili all'interno dello spazio, piuttosto che dall'alternanza dei materiali.

L'area espositiva e di vendita dello store può essere ripartita in modo tale da permettere sia di esser pienamente esplorata dai clienti, sia di essere riservata in parte laddove necessario. Gli elementi di arredo sono adattabili e flessibili, posizionati in modo tale che l'architettura diventi scenario delle collezioni. Lo store richiama l'architettura di uno dei maestri del XX secolo, Mies Van der Rohe, sia in termini di estetica che per la sua ricca semplicità.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Distribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER