×
1 864
Fashion Jobs
UNIGROSS SRL
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Fabric R&D Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Allocator
Tempo Indeterminato · MONZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Boutique Multibrand Luxury Varese
Tempo Indeterminato · VARESE
INTERFASHION SPA
Retail Supervisor Italia ed Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
E-Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Head of Sales - Western Europe
Tempo Indeterminato · SALISBURGO
CHABERTON PROFESSIONALS
Business Development Manager - Clothing & Apparel
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Showroom Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
Franchising & Dpt. Stores Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Collection Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chain & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
CONFIDENTIEL
Regional Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
7 feb 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Boselli alla Wintour: ci rispetti

Di
Ansa
Pubblicato il
7 feb 2010

MILANO, 6 FEB - "Noi abbiamo rispetto per il lavoro della signora Wintour (direttore di Vogue Usa), ma lei non sembra rispettare il lavoro altrui. A Milano è la benvenuta, ma se viene per un arrogante mordi e fuggi che scompiglia tutto, allora forse è meglio che resti a casa!".



E' amareggiato, Mario Boselli, presidente della Camera della Moda, per quello che sta succedendo con il calendario delle sfilate milanesi che dovrebbero iniziare mercoledì 24 febbraio. Ed è anche pessimista: "Temo - spiega - che alla fine Milano Moda Donna avrà solo 3 giorni forti, con tutti i grandi nomi concentrati dal 25 al 27 febbraio".

Lunedì in ogni caso verrà reso noto il calendario ufficiale e definitivo della Fashion Week (dedicata al pret-a-porter per l'autunno-inverno 2010-11). In queste ore però ci sono gli ultimi tentativi per migliorarlo. "Noi eravamo riusciti a costruire un calendario ragionevole, con 5 giorni forti più un inizio e una fine con marchi italiani e stranieri di minor risonanza, quando la signora Anna Wintour ha chiamato gli stilisti italiani e francesi dicendo che il 7 marzo lei deve essere a Hollywood e invitandoli a compattare il calendario, per chiudere prima la settimana di Parigi e quindi quella di Milano che la precede.

I nostri stilisti, proni al suo volere, hanno detto va bene, quelli francesi no!". Secondo Boselli "i primi a cedere e a spostarsi sono stati Dolce & Gabbana che dovevano sfilare lunedì 28. A quel punto anche Armani non ha voluto restare da solo su lunedì. E tutto per far coincidere le loro passerelle con la permanenza della signora a Milano. Questi cambiamenti hanno rimesso in discussione tutto, tra l'altro con una serie di conseguenze per quanto riguarda le modelle, che vengono usate dai vari marchi, e perfino i parrucchieri".

"Due giorni fa abbiamo riunito il consiglio direttivo della Cnmi e abbiamo provato a salvare il lunedì, sembrava che Gucci accettasse di spostarsi su quel giorno. Poi l'ipotesi è tramontata". C'é la possibilità che la sfilata Fendi si sposti e che Prada possa seguire l'esempio, Boselli però - forse per scaramanzia - non sembra contarci troppo. "La notazione da fare è che i nostri stilisti sono i più bravi del mondo ma, a differenza dei francesi, non sembrano averne consapevolezza" dice Boselli. La settimana della moda milanese si sta forse suicidando? "La stanno suicidando" sintetizza amaramente Boselli. (ANSA).

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.