Boselli: Incentivi? Pensate anche al tessile

Milano, 20 ott. (Apcom) - Nell'ambito dell'impatto negativo della crisi dei mercati non ci si può concentrare solo su eventuali aiuti alle grandi imprese ma bisogna guardare anche a settori del 'made in Italy' come il tessile, composti prevalentemente da pmi.

Lo ha detto oggi il presidente della Camera della moda, Mario Boselli, nel suo intervento al Mediolanum market Forum. "Incentivi per Fiat e grandi imprese? Non dico di no, però il nostro settore è fatto di piccole e medie imprese. Pensate anche al tessile", ha chiesto Boselli.

"Certo - ha aggiunto - è difficile pensare di rottamare gli abiti, però ci sono degli investimenti che si possono fare". Boselli ha sostenuto di avere "grande preoccupazione" rispetto al breve periodo, mentre sul medio-lungo periodo ha "una visione più ottimista".

Sul breve, ha spiegato, il fattore psicologico legato alla crisi "non induce a comprare nemmeno i ricchi-ricchissimi. Ma se guardiamo avanti vedo un settore che produce ricchezza con una crescita virtuosa favorita dal rapporto euro-dollaro, dal calo dei prezzi delle materie prime e dal ritorno rispetto a un processo di delocalizzazione in località esotiche: qualcuno si è scottato e sta tornando indietro".

"Il problema - ha concluso Boselli - sta nel saldare le difficoltà a breve con le prospettive nel medio-lungo termine. Bisogna tenere duro nel 'between'".

Fonte: APCOM

TessileIndustry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER