×
1 454
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Borsa: sale Cucinelli, scende Tod's dopo giudizi broker

Di
Reuters
Pubblicato il
today 5 ott 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Brunello Cucinelli è in buon rialzo oggi, dopo il calo di ieri, aiutato dalla promozione a “buy” da “hold” di Jefferies, mentre Tod’s prolunga la debolezza della vigilia appesantito dal downgrade di Credit Suisse a “neutral” da “outperform”.

Instagram/Brunello Cucinelli


Ieri tutto il comparto del lusso ha sofferto sui timori di un rallentamento dell’economia cinese e di politiche di Pechino che scoraggiano gli acquisti all’estero. Oggi, seppur in ordine sparso, ha tentato il recupero salvo poi piegarsi alla debolezza diffusa del mercato italiano. Dopo una buona partenza Moncler cede lo 0,8%, anche se Kepler Cheuvreux alza il rating a “buy” da “hold”, Ferragamo cede 0,3%. 

Cucinelli resiste e benché sotto i massimi intraday sale del 2,3% a 33,25 euro. Jefferies ha mantenuto inalterate stime e target price (39 euro) e alzato il giudizio a “buy” a seguito della recente debolezza del titolo. “Ribadiamo le caratteristiche uniche del brand che giustificano un premio rispetto alla maggior parte dei concorrenti”, dice il report sottolineando che il brand è “lusso, non moda” e che continuerà a espandere la sua quota di mercato perché continua a crescere la domanda di abbigliamento casual di fascia alta. 

Tod’s risente invece del giudizio di Credit Suisse, secondo cui “troppo poco è stato fatto”, e perde l’1,9% a 54,3 euro. “Il secondo semestre doveva essere il momento del ritorno alla crescita delle vendite omogenee, ma un avvio ritardato della stagione A/I 2018 e l’impatto limitato di alcune iniziative di prodotto potrebbero pesare sulle vendite omogenee del terzo trimestre” (viste a -2% nel terzo trimestre e piatte nel quarto), ha detto il broker, che ha anche tagliato il target price a 57 da 65 euro. Per Credit Suisse il gruppo, che non ha cambiato abbastanza strategia e gestione, potrebbe risentire del rallentamento globale della domanda di lusso attesa per la fine del 2018 e il 2019.

© Thomson Reuters 2019 All rights reserved.