Borbonese: nuove sedi e nuovi progetti

Durante la Fashion Week di Milano, Borbonese ha inaugurato la sua nuova sede degli uffici di rappresentanza: 1.350 metri quadrati suddivisi su due piani in un palazzo liberty di fine ‘800 situato strategicamente in Via Monte di Pietà 24, tra il quadrilatero della moda e il quartiere degli artisti di Brera, nel cuore creativo di Milano.
Borbonese, l'ingresso della sede/showroom di Via Monte di Pietà a Milano.

Gli ampi spazi, ai quali si accede da uno scalone di marmo o attraverso uno storico ascensore Stingler di ferro battuto, sono caratterizzati da pareti bianco gesso decorate da cornici e rosoni, da pavimenti di legno color ambra, da alti soffitti e da luminose finestre. Gli ambienti vedono integrarsi pezzi di antiquariato, complementi della collezione casa di Borbonese e oggetti di design, tutti scelti personalmente da Francesca Mambrini, direttore creativo della Maison.

Al primo piano si trova lo showroom, con l'esposizione delle collezioni di borse, calzature e abbigliamento firmate Borbonese, delle scarpe femminili firmate Mambrini e degli accessori donna e uomo firmati Daks by Borbonese. Attraverso una scala d'epoca interna, realizzata in legno scolpito, si accede direttamente al secondo piano, dove sono situati tutti gli uffici di rappresentanza della casa di moda.

Borbonese inaugurerà una nuova sede anche a Bologna. Nei prossimi mesi la sede operativa e logistica della società verrà infatti trasferita da Pianoro (BO) a Ozzano (sempre in provincia di Bologna), in Via 1° Maggio, in un edificio di quattro piani tecnologicamente avanzato, che ospiterà il laboratorio di produzione della pelletteria e uno showroom, destinato principalmente ai clienti italiani del wholesale, e in un’area decisamente più efficiente dal punto di vista logistico, data la vicinanza all’aeroporto.
Borbonese, "Luxury Swing" e "Radieuse Bag"

“Sempre a Bologna, apriremo a giugno un nuovo negozio in pieno centro storico”, spiega a FashionMag.com Giuseppe Di Nuccio, nuovo AD e Presidente del brand da marzo 2013. “Al momento controlliamo una rete retail di 26 negozi monomarca in Italia, tra quelli gestiti direttamente e in franchising”, prosegue Di Nuccio. “Inoltre ne abbiamo uno a Lugano, in Svizzera. Fra poco però partirà anche la nuova partnership che abbiamo siglato con Sanki in Giappone per realizzare varie aperture di shop-in-shop, con la proiezione futura di realizzare anche aperture di nostri monomarca nel Paese del Sol Levante. Stiamo anche perfezionando un accordo con un partner in Cina che vuole portarci ad inaugurare dei monomarca Borbonese nell'ex Celeste Impero già entro la fine di questo 2014. Ma stiamo siglando anche altri accordi per espanderci in Middle East, Regno Unito e Russia, che insieme alla Germania costituiscono mercati per noi consolidati. Stiamo guardando con attenzione pure agli Stati Uniti, dove abbiamo già avuto richieste di collaborazione importanti”.

Il fatturato consolidato di gruppo di Borbonese è arrivato nel 2013 a 26,5 milioni di euro (+12% circa), senza considerare l'indotto. Ma è soprattutto l'Ebitda ad essere cresciuto notevolmente, e di un bel 50%, sul 2012. Il volume d'affari per l'85% è ancora generato in Italia e per il restante 15% all'estero (era l'8% un anno fa).

“Borbonese, oltre che con le borse e gli accessori, è nato anche con i bijoux, e al bijoux si torna molto nell'ultima collezione che abbiamo realizzato, per riprendere il nostro heritage”, aggiunge l'AD. “Abbiamo un insieme di proposte per circa il 75% concentrato sulle borse e gli articoli di pelletteria, ma non siamo solo un marchio di borse. La nostra offerta include anche calzature, abbigliamento e bijoux. Con l'AI 2014-15 partiremo con la pelletteria uomo, che in 4 stagioni potrebbe anche arrivare a pesare per un 30%”.
Due calzature del marchio Mambrini, nato dalle idee della direttrice creativa di Borbonese, Francesca Mambrini.

“Siamo sempre stati un marchio medio-alto”, puntualizza ancora Giuseppe Di Nuccio, “ma con questa primavera-estate, nello specifico stiamo puntando con una parte delle collezioni a rafforzarci sempre di più verso il lusso”. Un Borbonese che prosegue anche la via delle licenze e diventa sempre più un "global living". Ultime in ordine di tempo le partnership con Daks per produrre e distribuire come licenziatario gli accessori maschili e femminili del brand londinese (partita con l'autunno/inverno 2014/15 e valida per i mercati di Europa, Russia e Medio Oriente) e con la perugina Ceramiche Rometti, che realizzerà per Borbonese Casa una serie di accessori in ceramica e oggetti di home design di altissima gamma che sarà venduta in 70 gallerie d'arte mondiali. Altri accordi sono in fase di finalizzazione.

Inoltre, come anticipato in precedenza, a partire dalla collezione autunno-inverno 2014, Borbonese introduce una collezione completa di accessori maschili, costruita attorno all'uso di tre diversi materiali, ognuno in tre diverse varianti di colore: la pelle "Borbonissima" martellata, declinata in nero, blu, arancio (rivisitazione moderna di un grande classico della Maison); il cuoio morbido, declinato in blu, nero, color naturale; il materiale gommato, declinato in nero, oro, argento. Il guardaroba maschile si arricchisce poi di un nuovo accessorio: il casco per la moto realizzato in camoscio “O.P.” con visiera integrale e dettagli di cuoio. La linea è completata dalla piccola pelletteria, dalle cinture e dalla collezione da viaggio.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Distribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER