×
1 162
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Sales Manager Rtw Man
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Product Manager Borse e Accessori
Tempo Indeterminato · QUARTO INFERIORE
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Internal Audit Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Export Manager Abbigliamento Uomo/Donna
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Tecnico/a Industrializzazione Calzature
Tempo Indeterminato ·
CONFIDENZIALE
Retail Area Manager Lombardia e Piemonte
Tempo Indeterminato · MILANO
MANTERO SETA
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · GRANDATE
SWAROVSKI
District Manager - Central Italy
Tempo Indeterminato · ROMA
MIROGLIO FASHION SRL
Buyer
Tempo Indeterminato · ALBA
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · REGGELLO
FRATELLI ROSSETTI SPA
Junior Buyer
Tempo Indeterminato · PARABIAGO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Legal Counsel
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Global Collection Merchandising Manager Shoes, Bags And Small Leather Goods
Tempo Indeterminato · BREGANZE
ALEGRI TRADE
Impiegato Ufficio Vendite
Tempo Indeterminato · PRATO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Junior Sales Manager Lombardia - Settore Gioielli
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Credit Specialist e Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Prototipia e Industrializzazione Abbigliamento Donna
Tempo Indeterminato · VICENZA
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
3 ott 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Boohoo prosegue la sua ascesa nonostante alcune difficoltà nel secondo trimestre

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
3 ott 2021

Boohoo Group registra un nuovo record di vendite nel primo semestre. In costante crescita, la società ha pubblicato giovedì i risultati dei primi sei mesi dell’esercizio fiscale e si avvicina inesorabilmente al miliardo di sterline (1,16 miliardi di euro). Negli ultimi due anni, le sue quote di mercato sono raddoppiate nel Regno Unito e negli Stati Uniti.


Nei primi sei mesi le vendite di Boohoo sono aumentate del 20% rispetto all'anno scorso e del 73% sul 2019 - Debenhams


Con 85 milioni di sterline (98,85 milioni di euro), l'EBITDA rettificato è sceso del -5%, in parte per "l'eccezionale redditività dell'anno passato" e in parte per i massicci investimenti volti a spingere la crescita del business. Rispetto al 2019, l'EBITDA rettificato è cresciuto del 40%, nonostante un aumento di 26 milioni di sterline (30,24 milioni di euro) nei costi di trasporto e logistica.
 
Un altro cambiamento è che il potenziale mercato di riferimento dell'azienda è "cresciuto in modo significativo e ora rappresenta fino a 500 milioni di potenziali clienti nei (suoi) principali mercati". La formula magica? Diverse acquisizioni fatte lo scorso anno. I marchi acquisiti, tra cui Debenhams, sono stati assorbiti e rilanciati nel corso del primo semestre dell'anno.

Ovviamente questo incremento di attività è stato necessariamente accompagnato da un aumento della capacità di stoccaggio e distribuzione dell'azienda, che ora è in grado di assorbire vendite nette pari a oltre 4 miliardi di sterline (4,65 miliardi di euro).
 
Boohoo sottolinea che la ripresa della domanda è stata particolarmente evidente nel mese di agosto, soprattutto nel Regno Unito ma anche in alcuni dei suoi principali mercati esteri, come Irlanda e Francia. "Il tasso di crescita ha ripreso la sua accelerazione", osserva con soddisfazione l'azienda. E il trend è proseguito a settembre: "il tasso di crescita del fatturato è aumentato rispetto a quello del secondo trimestre fiscale".
 
Si tratta di una buona notizia, perché analizzando più attentamente la prima metà dell'anno, le performance del secondo trimestre "hanno risentito dei tassi di ritorno nel Regno Unito tornati ai livelli pre-pandemia, della riapertura dei negozi, dell'incertezza che ha portato i clienti in alcuni mercati ad annullare importanti eventi mondani o le vacanze, nonché delle problematiche legate al Covid-19, che continua a colpire i principali mercati internazionali del gruppo e a incidere sui tempi di consegna all’estero”.
 
Tutto ciò non impedisce all'azienda di essere ottimista per il futuro. Come accennato in precedenza, Boohoo sta investendo molto nei suoi nuovi marchi e punta a una crescita annua delle vendite compresa tra il 20% e il 25%, grazie a una progressione stimata tra il 20% e il 30% nella seconda metà dell'anno.
 
La crescita, in forte accelerazione rispetto a quella del secondo trimestre, dovrebbe garantire margini EBIDTA “solidi”. La società "continuerà a investire nei suoi brand esistenti e in quelli nuovi per favorire la crescita a lungo termine".
 
Ma "l'aumento dei costi a breve termine nella prima metà dell'anno dovrebbe continuare nella seconda metà, così come gli incrementi nei costi di trasporto nella nostra catena di approvvigionamento e gli aumenti dei salari nei nostri centri di distribuzione".
 
Di conseguenza, si prevede che i margini EBITDA rettificati saranno compresi tra il 9 e il 9,5% e non tra il 9,5 e il 10%, come dichiarato precedentemente. Gli investimenti previsti per l'intero anno saranno di circa 275 milioni di sterline (319,81 milioni di euro), leggermente al di sopra della precedente previsione di 250 milioni di sterline (290,74 milioni di euro).

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.