×
651
Fashion Jobs
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CWF - CHILDREN WORLDWIDE FASHION
Wholesale Coordinator H/F
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Creative & Product Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Buyer Rtw Woman
Tempo Indeterminato · MILANO
METARISORSEUMANE
Junior Sales Manager B2B – Contract
Tempo Indeterminato · LIONE
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Business Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Emea Marketing Manager / Luxury Field / Milan
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Experience Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Analista Funzionale - Omnichannel IT Solution Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Qualitative & Quantitative Research Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 feb 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Boohoo ha comprato dal gruppo Arcadia i brand Dorothy Perkins, Burton e Wallis

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 feb 2021

Il gruppo britannico che vende online articoli di moda Boohoo ha ufficialmente acquistato tre marchi dall'ex impero dell'abbigliamento oggi decaduto Arcadia, casa madre del marchio Topshop attualmente in bancarotta, il che determinerà la perdita di quasi 2.500 posti di lavoro.

Burton


Boohoo rileva i marchi, la proprietà intellettuale e l'inventario di Dorothy Perkins, Burton e Wallis per 25,2 milioni di sterline in contanti, secondo un comunicato.
 
La rete di 214 negozi non fa parte della transazione e chiuderà in maniera definitiva, afferma un comunicato stampa di Deloitte, la società di consulenza che cura la liquidazione del gruppo. Ciò porterà alla scomparsa di 2.450 posti di lavoro, specifica una fonte vicina alla transazione.

Solo 260 dipendenti dei tre marchi, impiegati nel design, negli acquisti, nel marketing e nel digitale, verranno riassunti da Boohoo.
 
Questa transazione segue la vendita ad Asos da parte di Arcadia, perfezionatasi la scorsa settimana, delle label Topshop, Topman, Miss Selfridge e HIIT, e quella precedente del brand Evans agli australiani di City Chic.
 
Anche i restanti negozi di questi marchi chiuderanno.
 
“In totale, queste cessioni, così come altre vendite di attività, hanno generato più di 500 milioni di sterline per i creditori”, precisa Deloitte, che osserva come altri asset, principalmente immobili, siano ancora in vendita.
 
Asos e Boohoo sono tra i pochi marchi di abbigliamento che hanno beneficiato della pandemia e dei numerosi lockdown grazie al balzo registrato dalle vendite online, mentre tanti negozi al dettaglio su strada, obbligati a chiudere per mesi per rallentare la progressione del virus, si sono trovati costretti a chiudere definitivamente bottega, fallendo del tutto.
 
A fine gennaio, Boohoo, che vuole estendere il suo target di clienti al di là delle giovani donne che attualmente costituiscono la maggioranza della sua clientela, aveva già acquistato il marchio di supermercati in liquidazione Debenhams per 55 milioni di sterline.
 
Debenhams, vera e propria istituzione britannica delle strade dello shopping, aveva 12.000 dipendenti prima della pandemia e il gruppo Arcadia circa 13.000.
 
“Le acquisizioni dei marchi Dorothy Perkins, Wallis e Burton non dovrebbero stimolare la crescita [di Boohoo], però si tratta di nomi molti noti ai consumatori del Regno Unito”, fa notare Russ Mould, analista di AJ Bell.
 
“I vestiti di Burton sono tutt'altro che trendy e piuttosto "funzionali", il che non si adatta propriamente allo stile più attento alle ultime tendenze di Boohoo, ma ci sono molte persone che non vogliono seguire le ultime mode, quindi l'acquisizione potrebbe aiutare Boohoo a raggiungere un nuovo tipo di clienti”, aggiunge, e questo vale anche per Dorothy Perkins e Wallis.
 
Boohoo deve assorbire questi marchi nella sua scuderia e allo stesso tempo continuare a riformare la propria catena di fornitura dopo lo scandalo della scorsa estate, quando alcuni dei suoi fornitori sono stati accusati di far lavorare i propri dipendenti in cattive condizioni per una retribuzione molto inferiore al minimo salariale.

Copyright © 2021 AFP. Tutti i diritti riservati.