Boardriders (Quiksilver): Pierre Agnès è scomparso in mare

Martedì è stato attivato un imponente piano di ricerche al largo di Hossegor (nella Nuova Aquitania francese) per ritrovare Pierre Agnès, emblematico titolare del marchio di surf e abbigliamento sportivo Quiksilver, la cui imbarcazione vuota è stata scoperta su una spiaggia del comune, ha annunciato la prefettura del dipartimento.

Pierre Agnès - ©Iroz Gaizka, AFP

"L'imbarcazione di Pierre Agnès, 54 anni, presidente del gruppo Boardriders Inc, che possiede i marchi Quiksilver, Roxy e DC Shoes, è stato ritrovato questa mattina sulla spiaggia di Boiteux a Soorts-Hossegor. Era uscito in mare alle 7:30 di martedì 30 gennaio", scrive la prefettura del dipartimento delle Landes in un comunicato. I soccorritori non sono stati in grado di dire se si trovasse da solo a bordo o no.
 
"Delle ricerche aeromarittime sono in corso (con l’utilizzo di due motoscafi e tre elicotteri, oltre a pattuglie di terra costiere), in stretto coordinamento con il prefetto marittimo dell'Atlantico, incaricato delle operazioni di soccorso in mare", aggiunge la prefettura. Nell’area delle ricerche il mare è agitato (da 1,25 a 2,5 metri) ma il vento è debole e la visibilità è di 2 km.
 
Pierre Agnès ha iniziato la propria carriera quasi 30 anni fa da Quiksilver, di cui ha diretto in particolare il design dei marchi del gruppo, pur lavorando dalla sede europea dell’azienda a Saint-Jean-de-Luz (Pirenei Atlantici).
 
Il gruppo statunitense è stato gravemente scosso a livello finanziario da una disastrosa operazione di acquisto e rivendita del marchio di sci Rossignol (2005 poi 2008), e il suo titolo è crollato di oltre il 40% in una sola giornata a Wall Street nel giugno 2014. All’inizio di gennaio, Boardriders, la casa madre americana dei marchi Quiksilver e Roxy, ha annunciato che si stava preparando ad acquistare il suo concorrente australiano Billabong, portando così alla fusione di due grandi nomi dell’abbigliamento sportivo per gli sport di scivolamento.
 
Insieme, queste due aziende affermate nel mondo del surf, dello sci e dello skateboard, vantano un parco di 630 negozi in 28 Paesi, 7.000 clienti in 110 nazioni e siti online in 35 stati. Boardriders si trova sotto il controllo del fondo d’investimento Oaktree, che possiede già il 19% di Billabong.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 AFP. Tutti i diritti riservati.

SportCostumi da bagnoPeopleBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER