Blossom Première Vision: un salone "nelle date volute dal mercato"

Il salone preview di Première Vision, che si svolgerà a Parigi il 6 e 7 luglio e il 13 e 14 dicembre prossimi, si chiamerà Blossom Première Vision. Il nuovo appuntamento si svolgerà in date scelte sulla base delle necessità espresse dai marchi di lusso e dai designer, insiste l'organizzatore.

Il futuro salone di Première Vision è ora dotato di un proprio logo

Blossom Première Vision intende rispondere alle esigenze specifiche legate alle pre-collezioni dei marchi creativi. Collezioni presentate due mesi prima delle collezioni principali, che sfilano in febbraio-marzo e settembre-ottobre. "Questa collezione ha bisogno di essere creativa, perché ad oggi realizza il 60% del giro d'affari della stagione", rileva Gilles Lasbordes, direttore generale di Première Vision Paris.

"PV Istanbul dava una risposta in termini geografici. Blossom fornisce una risposta in termini di calendario", spiega il responsabile. "Abbiamo condotto uno studio insieme all'IFM (Institut Français de la Mode), il quale indica in modo molto preciso le date che sono attese dai marchi creativi, quelli che sfilano e quelli che seguono lo stesso calendario. Dunque, ci siamo inseriti in questo tipo di strategia, quella della complementarità con il nostro appuntamento principale".

Il salone si svolgerà a Palais Brongniart

La risposta è stata data in occasione della conferenza stampa di Première Vision Paris, il cui scopo era quello di smorzare la polemica lanciata dalla fiera italiana Milano Unica. Per l'organizzatore italiano, Première Vision ha scelto date identiche a quelle del proprio salone di anteprime senza avvertirlo, come ha scritto FashionMag. A Parigi, dove l'offerta di Première Vision si basa su proposte di espositori in gran parte italiani, questa polemica è considerata irrilevante.

Organizzato all'interno di Palais Brongniart, il Blossom dovrebbe accogliere una sessantina di espositori. Specialisti selezionati per la loro creatività e la loro capacità di portare proposte veramente di spessore in quelle date. Ma anche aziende che devono essere in grado di soddisfare le richieste di produzioni esclusive e di sviluppi speciali. Il tutto in una scenografia dall'ispirazione showroom, con gli organizzatori che puntano a far venire all'evento responsabili di marchi di lusso, stilisti e dirigenti di firme del lusso accessibile.

Matthie Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

TessileSaloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER