×
1 740
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Head of Production
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Site Management Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising & Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
PATRIZIA PEPE
Digital Adversiting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Business Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
CONFIDENZIALE
IT Help-Desk
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
International Key Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
CRM Manager, Fashion Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
APCOM
Pubblicato il
30 nov 2008
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Black Friday Usa: sconti mai visti per attrarre i clienti

Di
APCOM
Pubblicato il
30 nov 2008

Le levatacce per mettersi in fila di fronte ai negozi ci sono state visto che molti cittadini americani, all'indomani delle abbuffate di tacchino della Festa del Ringraziamento, non hanno rinunciato ai forti sconti promossi dai dettaglianti. Ma in questo Black Friday, che come sempre sigla l'inizio ufficiale della stagione di vendite natalizie negli Stati Uniti, l'aria che tira è tra le più preoccupanti degli ultimi anni e per molti analisti degli ultimi decenni.



La crisi dei consumi negli Stati Uniti è conclamata da tempo e l'ultima prova è dell'altro ieri, quando il dipartimento del Commercio Usa ha comunicato una flessione dell'1% delle spese personali di ottobre, la peggiore dall'11 settembre.

Su queste basi, la divisione ricerca di Standard & Poor's ha già detto di prevedere una flessione delle vendite natalizie del 5% e ha definito la stagione "la più fosca degli ultimi decenni". Più ottimistiche le stime dell'associazione di settore National Retail Federation, secondo cui le vendite aumenteranno del 2,2%, ben al di sotto tuttavia del +4,4% a cui i negozi hanno assistito nell'ultimo decennio.

I dettaglianti dunque tremano e, per attrarre il maggior numero di consumatori nei loro negozi, hanno deciso già da tempo di scontare la merce in modo aggressivo, con sconti fino al 70 per cento. Indicativo il caso della nota catena di giocattoli Toys "R" Us, che si è impegnata a ridurre il cartellino dei prezzi come mai aveva fatto nella sua storia, con sconti fino al 60% dalle 5 alle 10 del mattino.

Wal-Mart, il colosso dei magazzini numero uno al mondo, sta offrendo grandi televisioni a schermo piatto per meno di 400 dollari, mentre la concorrente J.C.Penney, che ha aperto i suoi negozi alle 4 del mattino, così come la catena di grandi magazzini Kohl's, ha lanciato per questo Black Friday il 20% di promozioni in più rispetto allo scorso anno; tra queste, un set di cinque valigie ad appena 38,88 dollari.

"Stiamo offrendo alcuni prodotti con il solo obiettivo di attrarre un maggior traffico", ha confermato al New York Times Ken Hicks, direttore generale della società di vendite al dettaglio. Sconti più aggressivi, ma anche orari di apertura dei negozi più lunghi: è questa la strategia che i dettaglianti hanno deciso di adottare per il Black Friday del 2008. E così Disney Stores ha aperto più della metà dei suoi 200 punti vendita a mezzanotte, proponendo occasioni con sconti aggiuntivi del 20% fino alle 10 del mattino.

Nelle prime due settimane di novembre, alcune categorie quali quelle di articoli di abbigliamento, beni di lusso e prodotti di elettronica hanno riportato tutte flessioni nelle vendite di ben due cifre percentuali. Forse oggi, così sperano tutti, le cose andranno diversamente, visto che la voglia di risparmio è tanta, e le occasioni non mancano di certo. Un'altra caratteristica di quest'anno è rappresentata dal fatto che la stagione dei forti sconti non è iniziata certo oggi, come recita anche lo slogan del grande magazzino T.J. Maxx.

"E' Black Friday ogni giorno". Già agli inizi di questa settimana la catena di grandi magazzini Macy's aveva inoltre offerto orecchini di diamanti a soli 249 dollari, rispetto al normale prezzo di listino di 700 dollari. Presso il grande magazzino di lusso Saks, sono giorni che le borse firmate Marc Jacobs costano 248,45 dollari, invece di 995 dollari. E da Lord & Taylor, un abito da uomo da 895 dollari ora è offerto a 399,99 dollari.

Ma nonostante gli sforzi dei dettaglianti, i consumatori Usa restano cauti. "Quest'anno molte delle persone che conosco non riceveranno il regalo di Natale - dice Analita Garcia di Falls Church, Virginia, che è arrivata al punto vendita locale di Best Buy alle 7 del mattino con altri 10 membri della famiglia -. Nel mio caso, devo pagare l'affitto e le bollette, e ho due bambini a casa a cui pensare". Analita ha comunque deciso di acquistare una televisione Dynax LCD a 32 pollici il cui prezzo è stato tagliato a 400 dollari da 500.

Trentotto anni, Shannon Kean, di Cary, Carolina del Nord, dice invece che l'unica cosa che comprerà è un iPod per suo figlio Miles, di 13 anni. Infine Joyce Kirk di Georgetown, in Ohio, ha confessato che la sua intenzione è di ridurre quest'anno le spese natalizie a 1.000 dollari, contro i 3.000/4.000 dollari spesi in passato.

Portafoglio stretto, insomma, e caccia alle occasioni. Mentre i dettaglianti soffrono, i consumatori americani non hanno intenzione di cambiare idea: in questa giornata del Black Friday e per tutte le vendite natalizie spenderanno, sì, ma con cautela. E stando ai risultati di un sondaggio Gallup, i cittadini Usa spenderanno in media in questa stagione di shopping festivo una media di 616 dollari, il 29% in meno rispetto allo scorso anno.

Fonte: APCOM