×
1 293
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Di
Ansa
Pubblicato il
1 dic 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Big del web, 36 miliardi di tasse non pagate in 3 anni

Di
Ansa
Pubblicato il
1 dic 2022

In attesa di una tassa minima globale, i giganti del web continuano a beneficiare della tassazione agevolata di Paesi come Singapore, Irlanda e Isole Cayman, risparmiando 36,3 miliardi di imposte non pagate tra il 2019 e il 2021. Il calcolo è dell'Area Studi di Mediobanca, secondo cui, nel 2021, circa il 30% dell'utile ante imposte è tassato in Paesi a fiscalità agevolata, con un risparmio di 12,4 miliardi lo scorso anno e un'aliquota media effettiva pari al 15,4%, inferiore a quella teorica del 21,9% calcolata sui principali Paesi in cui operano. I maggiori beneficiari sono Tencent, Microsoft Alphabet (Google) e Meta (Facebook).

Ansa


L'introduzione della Global minimum tax per le multinazionali comporterebbe "una redistribuzione della base imponibile fra i Paesi in cui effettivamente generano i propri profitti", viene spiegato nell'analisi di Mediobanca, che ha indagato sull'andamento dei 25 maggiori gruppi del web e del software. Colossi che, dopo aver macinato utili e toccato lo scorso anno i 1.584 miliardi di ricavi (pari al 90% del Pil italiano), cominciano a subire l'impatto delle tensioni internazionali. Nei primi nove mesi del 2022 infatti sono cresciuti solo i ricavi (+9,5%), mentre gli utili sono crollati del 42%, con una contrazione della redditività e della liquidità. E si è anche raffreddato il rapporto con la Borsa, con una caduta del 29,2% lo scorso novembre, dopo anni caratterizzati da un particolare feeling e un picco di capitalizzazione raggiunto a dicembre 2021 (8.628 miliardi di euro). Oggi la capitalizzazione delle 25 maggiori WebSoft si ferma al 6,6% del valore complessivo delle borse mondiali, a fronte dell'8,3% dell'anno scorso.

Nel confronto con l'Italia, però, si confermano dei pesi massimi, con un valore pari a dieci volte Piazza Affari. A livello di ricavi, le filiali italiane di questi colossi registrano un fatturato aggregato di 8,3 miliardi (2021), occupando circa 23mila lavoratori. Amazon "è il principale datore di lavoro" con il maggior numero di occupati nel Paese (11.911 unità nel 2021) ed è anche al primo posto per fatturato (2,8 miliardi), seguita da Ibm (1,9 miliardi) e Microsoft (975 milioni). Al fisco italiano hanno versato quasi 150 milioni per un tax rate effettivo del 25,1%.

Il governo intanto ha annunciato per domani un incontro con MetaFacebook, cui seguiranno altri incontri con gli operatori Over the Top (Ott) "per capire", spiega il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Alessio Butti, "i pertugi all'interno dei quali inserirci sul rapporto con gli operatori di tlc".

Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.

Tags :
media