Ben Sherman collabora con Pendleton e Alpha Industries

Habitué del defunto Bread&Butter, Ben Sherman ha esposto al Seek di Berlino, dopo il Pitti Uomo di Firenze. L’occasione giusta per il brand di presentare due collaborazioni destinate a una selezione di dettaglianti e ai suoi negozi a nome proprio per l'autunno-inverno 2015/2016. Una linea di tre bomber con Alpha Industries e un'altra di camicie con Pendleton. Due iconiche griffe americane.
Mark Maidment al Seek di Berlino

“Proponiamo due collaborazioni per il prossimo autunno. Noi facciamo cose del genere solo quando hanno un senso e quando c'è un legame con il brand. Alpha Industries è anche un marchio legato alla nostra cultura musicale anglosassone. I loro capi iconici erano indossati nell'ambiente dello ska, per esempio. Pendleton è un po' il corrispondente americano di Ben Sherman, un marchio molto forte nella camiceria negli anni '60”, puntualizza Mark Maidment, CEO dalla primavera del 2013.

Maidment si è occupato soprattutto, dopo l'ampliamento delle sue funzioni (lui che era il direttore creativo), di ridefinire chiaramente l'offerta e l'immagine di marca. Così, dalla primavera-estate 2014, l’offerta viene proposta solo attraverso la label Ben Sherman. Fine delle tre divisioni, che erano Plectrum, Duke Street Foundry e British Wardrobe Staple, vale a dire le proposte basilari del marchio. Le prime due erano più di alta gamma, con per Plectrum, per esempio, dei prezzi di vendita dal 20 al 30% più cari; questo fatto ha permesso a Ben Sherman di rivedere alcuni prezzi verso il basso.

“Il 2014 è andato meglio del 2013. Il mercato è difficile, ma abbiamo chiarito la nostra strategia. Il nostro DNA sono le radici, le origini, il nostro è uno stile improntato all'heritage e al moderno”, riassume Mark Maidment, senza accennare a cifre per il marchio di proprietà di Oxford Industries.

Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Saloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER