×
1 413
Fashion Jobs
MANTERO SETA
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
Pubblicità

Beauty: l'intelligenza artificiale promuove l'inclusione

Di
Ansa
Pubblicato il
today 20 nov 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dimenticate i tester per provare rossetti e fondotinta, creme e ombretti, dimenticate di dialogare con il parrucchiere misurando con le dita centimetro più centimetro meno quanto tagliare (a meno che non vogliate una consulenza psicologica più che tricologica), smettete di uscire dal salone pensando che la schiaritura che volevate era più bionda che ramata.

ansa


Il digitale nel beauty sta mettendo il turbo e tutto questo è già acqua passata, il che non vuol dire che non resterà ma che sarà sempre più un retaggio del passato. La tecnologia applicata su questo campo sta facendo passi da gigante e non più a livello sperimentale ma già in piena disponibilità e i negozi del futuro, profumerie, rivenditori di make up e cosmetica e parrucchieri saranno sempre più digitali, il che significa essenzialmente due cose nuove, entrambe culturalmente importanti. Personalizzazione e inclusione, due fattori che vanno nella direzione opposta all'omologazione della bellezza, dunque avanti così.

"L'inclusività è un trend”, dice in un'intervista all'Ansa, Guive Balooch, lo scienziato californiano di origine iraniana, capo dell'incubatore tecnologico di L'Orèal che a Milano è stato la star del Beauty Tech Day, "che possiamo rintracciare in tante cose ora per fortuna, dalla moda al fitness. Ma nell'ambito della bellezza ha un'ulteriore valenza: stare meglio con se stessi, nella propria pelle e con i propri capelli significa raggiungere l'ideale per cui la bellezza è nella diversità. Se con l'aiuto dell'intelligenza artificiale scopro qual è la tinta di capelli con cui sto meglio essendo me stesso e non somigliando a qualcun altro è un risultato enorme, se scopro il fondotinta giusto che diventa il vestito ideale per il mio viso anche la mia autostima migliorerà. Sono due esempi tra i tanti per far capire come con l'AI e tutti i passi che stiamo facendo nel digital applicato al beauty nel momento in cui personalizziamo, facciamo tailor made della bellezza, automaticamente diamo sviluppo ad una società più inclusiva, che non marginalizza il diverso e il meno bello".

La realtà aumentata applicata alla bellezza è già tangibile con varie app, alcune per tutti, altre in versione pro da scoprire direttamente nei negozi e nei saloni. Per ottenere un risultato 3D sui capelli c'è Style my hair dove si può provare in anteprima, con lo smartphone come fosse uno specchio, tutti i tagli e i colori possibili immaginabili, ciocca per ciocca.

Sempre in ambito capelli ci saranno strumenti digitali innovativi come una microcamera in grado di ingrandire fino a 300 volte rispetto all'occhio nudo per esaminare la cute e la fibra capillare dando la consulenza personalizzata. E sempre sul proprio viso e sulla propria chioma è la novità Try-on virtuale, un nuovo strumento in realtà aumentata per provare sempre su stessi ogni prodotto make up per valorizzare il viso e tonalità di colore per i capelli. Youth Finder analizza la tua pelle valutando grado di idratazione, rughe, discromie, sensibilità determinando poi, sempre tailor made, la giusta routine dello skin care mentre con lo Shade Finder basato sull'intelligenza artificiale che arriva a distinguere 22 mila variazioni di tono diverse viene creato un fondotinta più che unico e personalizzato. Skin Consultant Ai è un algoritmo di valutazione della pelle per analizzare lo stato di invecchiamento - perdita di tono, intensità macchie scure, perdita di luminosità, visibilità rughe marcate, rughe sotto gli occhi, visibilità dei pori, linee sottili: da un selfie origina la consulenza skincare personalizzata, evidenziando carenze e priorità. Infine, sempre tra le beauty app, Effaclar SpotScan in cui l'analisi della pelle, sempre con l'ausilio del digitale, è dedicata, ed è la prima volta in assoluto, a chi ha tendenze acneiche, una condizione che affligge l'80% degli adolescenti e il 40% degli adulti in tutto il mondo con un correlato di bassa autostima.

Copyright © 2020 ANSA. All rights reserved.