Be Around apre il suo primo monomarca a Milano, entro l’anno il secondo a NY

Be Around, marchio di sportswear alto di gamma per l’uomo lanciato a gennaio 2018 da Chiara Trezzi, giovanissima (21 anni) cremonese proveniente da una famiglia di imprenditori in ambito immobiliare, ha posato la prima pietra del proprio sviluppo retail aprendo lo scorso 10 aprile il suo primo store monomarca in via Borgospesso a Milano, in pieno Quadrilatero della moda. Un inizio ambizioso, tanto quanto i piani di sviluppo del brand, che sta già cercando una location per aprire un secondo negozio a New York entro l’anno.
Be Around ha scelto il Quadrilatero della moda milanese per il suo primo monomarca

“L’idea di creare Be Around mi è venuta proprio dopo un viaggio a New York, dove mi sono resa conto di quanto ancora sia importante il made in Italy”, ha raccontato a FashionNetwork.com Chiara Trezzi. “Abbiamo deciso di puntare su una proposta sportswear di lusso per l’uomo, perché riteniamo che l’offerta maschile in tale ambito sia decisamente inferiore a quella per la donna e soprattutto che l’uomo oggi voglia vestirsi in modo confortevole ma comunque sofisticato e di alta qualità”.
 
Be Around, che ha debuttato con l’autunno/inverno 2017-18, propone per la primavera/estate 2018 una collezione di 25 modelli, tra t-shirt, felpe, maglie, capispalla e pantaloni. Lo stile è stato affidato al trentenne Luca Larenza, che disegna anche la propria linea omonima, sempre dedicata all’uomo e caratterizzata da colori accesi, così come le proposte Be Around. La produzione, completamente made in Italy, avviene in Lombardia, terra di origine del brand: la società si avvale di una serie di partner produttivi dislocati in provincia di Brescia per i capispalla, di Bergamo per la maglieria e di Cremona per le t-shirt e le felpe.

Una proposta Be Around
 
Singolare la strategia distributiva, come ha spiegato Trezzi: “Abbiamo lanciato Be Around lo scorso gennaio solo sul nostro e-commerce, facendo comunicazione attraverso i social network Instagram e Facebook. Ora partiamo con lo sviluppo retail: preferiamo infatti puntare prima sui monomarca per poi passare, una volta che il brand sarà più conosciuto, al canale wholesale. Il nostro obiettivo è di aprire 5 monomarca nell’arco di tre anni: Milano e New York nel 2018 e a seguire Sydney, Johannesburg e Seoul, andando così a coprire 5 continenti”.
 
Lo store di Milano si sviluppa su una superficie di 80 metri quadrati ed è stato progettato dall’architetto Giorgio Palù, Compasso d’Oro 2016 per il progetto dell'Auditorium “Giovanni Arvedi” all'interno del Museo del Violino di Cremona, il primo Compasso d'Oro della storia dedicato ad un’architettura. Per Be Around Palù ha progettato uno store caratterizzato da linee essenziali e dai toni neutri del bianco e del grigio, per valorizzare al meglio i colori dei capi.
Il cestista David Moss, testimonial di Be Around

Be Around, i cui prezzi variano dai 70/100 euro delle t-shirt ai 400/500 euro dei capispalla, ha scelto come testimonial del brand e della campagna PE18 il cestista statunitense di Serie A David Moss: “David, che ha anche contribuito all’impronta stilistica del marchio, potrebbe in futuro diventare socio dell’azienda”, ci ha rivelato Chiara Trezzi.
 
La società, che intende aprire entro l’estate un proprio showroom a Milano, che includerà anche magazzino e uffici, si pone come obiettivo entro 5 anni un fatturato di 5/8 milioni di euro.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Lusso - Prêt à porter Distribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER