×
1 587
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
23 lug 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Bce vara la nuova strategia

Di
Ansa
Pubblicato il
23 lug 2021

Scatta la nuova strategia della Bce. Un nuovo corso imperniato sulla revisione della forward guidance sui tassi di interesse in risposta alla 'strategy review' sull'obiettivo di inflazione fissato ora al "2% simmetrico nel medio termine". Un passo decisivo che allontana lo spettro di scelte 'rigoriste' e consente alla Banca centrale europea di ricalibrare l'azione su tassi e misure di stimolo con l'obiettivo prioritario di continuare ad assicurare il sostegno di una politica "accomodante" in uno scenario di ripresa economica ancora offuscato dalle "ombre" della pandemia per i rischi connessi alla variante delta.

Christine Lagarde - Ansa


A creare allarme è anche l'esplosione del debito pubblico dell'area euro schizzato per la prima volta oltre la soglia del 100% del Pil (100,5% nel primo trimestre) con in testa Grecia (209,3%) e Italia (160%). In un simile contesto, il messaggio chiaro che la Bce ha voluto inviare - anche inaugurando un modello di comunicazione più efficace e trasparente - è che Francoforte sarà "paziente" perchè "nessuno di noi vuole una stretta prematura" della politica monetaria. Così la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha puntualizzato garantendo che i tassi "rimarranno ai livelli attuali o inferiori fino a quando non vedrà l'inflazione raggiungere il 2% ben prima della fine del suo orizzonte di proiezione e durevolmente per il resto dell'orizzonte di proiezione".

Nella riunione dl Consiglio direttivo, si è deciso di lasciare i tassi di interesse invariati, con il tasso principale fermo a zero, quello sui depositi a -0,50% e quello sui prestiti marginali allo 0,25%. Riconfermati i programmi di acquisto di attività, il classico quantitative easing al ritmo di 20 miliardi di euro mensili, e quello creato per l'emergenza pandemica (Pepp) che conta su una dotazione complessiva di 1.850 miliardi e che sta procedendo a un ritmo "significativamente più elevato rispetto ai primi mesi dell'anno" ha spiegato Lagarde. Ma, deludendo le attese del mercato, del futuro del Pepp "non si è discusso" perchè "sarebbe prematuro", ha chiarito, ricordando come il programma "continuerà fino alla fine del marzo 2022 e, in ogni caso, fino a quando non giudicherà conclusa la fase di crisi del coronavirus".

Come prevedibile, tutto è rinviato a settembre quando saranno diffuse le nuove stime su economia e inflazione. Ma il clima all'interno del Board non è dei più distesi. La decisione sulla nuova 'guidance' non è stata unanime - seppure approvata a "larghissima a maggioranza" - con un fronte minoritario che avrebbe contestato la scelta della Bce di rimanere troppo a lungo con le mani legate persistendo in una politica ultra accomodante sui tassi e acquisti di titoli. Come preannunciato nella strategy review lo scorso 8 luglio, viene abbandonata la formula di un obiettivo "vicino ma inferiore al 2%" e introdotto il parametro del 2% simmetrico. Simmetrico sottintende che scostamenti al rialzo o al ribasso dell'inflazione sono consentiti anche se "non desiderabili". Ma comunque viene incorporata la possibilità di tollerare tassi d'inflazione "moderatamente" superiori al 2% in via "transitoria", neutralizzando così il rischio di una stretta che potrebbe soffocare la ripresa.

Le incertezze sono ancora troppe: " la ripresa è in atto" grazie anche al progredire delle vaccinazioni," ma la variante delta del coronavirus continua a "gettare ombre" ha spiegato Lagarde. E se i rischi sulle prospettive dell'Eurozona "sono ampiamente bilanciati", l'outlook dipende dall'andamento della pandemia e delle vaccinazioni. Per la ripresa, ha rimarcato Lagarde, c'è ancora "molta strada da fare"; il piano Ngeu riveste "un ruolo chiave" mentre e l'inflazione "aumenterà ancora per poi diminuire nel 2022".

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Business