Bata conquista Milano con il Bata Fashion Weekend e si rafforza nel franchising

Bata, che ha da poco concluso la seconda edizione del Bata Fashion Weekend, svoltosi a Milano il 28 e 29 aprile scorsi, prosegue lo sviluppo della rete di vendita, annunciando nuove aperture in franchising nella penisola con la formula del “Red Concept”. A fare il punto per FashionNetwork.com sui progetti italiani del rivenditore di calzature è stato il Direttore Retail Bata Italia, Marco Farnetani.

Marco Farnetani, Direttore Retail Bata Italia

“Stiamo aprendo sia in franchising che con formule a gestione diretta. Il business franchising è in rapida espansione, abbiamo diverse aperture in programma quest’anno. Nel 2018 l’incremento del portafoglio negozi in franchising è pari al +20% rispetto al 2017”, ha spiegato Farnetani.

Il format dell’affiliazione commerciale si è rivelato vincente per il mercato italiano, dove Bata “vanta una struttura ben consolidata che da oltre quarant’anni si dedica al franchising. Il nuovo ‘Red Concept’ permette, inoltre, un investimento molto limitato da parte dell’imprenditore, pur consentendo di esporre tutte le categorie di prodotto. Molti partner ed investitori ci contattano oggi perché sul mercato rappresentiamo l’unica realtà in grado di proporre, in metrature tra i 100 e i 250 mq., una proposta prodotto così completa: calzature per uomo, donna, e bambino, borse, abbigliamento e accessori, oltre all’offerta sport, con articoli sportivi di marchi internazionali”, ha spiegato il manager.

Una foto della sfilata in programma durante il Bata Fashion Weekend

L’azienda ha lanciato nel 2017 un piano di riqualificazione della rete di vendita incentrato sulla formula del “Red Concept”, finalizzato a migliorarne la shopping experience, grazie al design moderno e luminoso, all’utilizzo di video e monitor, alla radio in-store e all’uso della fragranza del marchio, e che prevede un intenso lavoro di formazione del personale e una ricerca sul prodotto per proporre articoli sempre più in linea con le aspettative del cliente; “il tutto coadiuvato da strumenti che favoriscano la migliore cross-canalità come ad esempio il Click and Collect, il Click and Reserve e l’Home Delivery”, ha aggiunto Farnetani.

Tra le novità del retailer, la due giorni di sfilate ed eventi da poco terminata che ha trasformato la location di Palazzo Mezzanotte, a Milano, in un vero e proprio polo di moda e design: per la prima volta, infatti, Bata ha portato nella città meneghina il Bata Fashion Weekend, offrendo diverse attività per il pubblico, tra cui fashion show, mostre di calzature, performance musicali e workshop. L’avvenimento è stato inoltre l’occasione per il lancio in anteprima di alcune capsule realizzate dal marchio. “È un evento che ogni volta ci ricorda quanto sia grande il gruppo. Testimonial, blogger, campioni sportivi provenienti da tutto il mondo vengono ad omaggiare il brand e le nuove collezioni”, ha commentato il manager.

Uno scatto dal BFW

Fondata nel 1894, Bata conta circa 240 store sul territorio italiano, di cui il 70% diretti e il 30% in franchising, e 5.300 punti vendita in tutto il mondo. “L’esercizio 2017 è stato il migliore dell’ultimo quinquennio”, ha concluso Marco Farnetani, che ricorda come per il 2018 ci siano ancora ampi margini di crescita, con l’e-commerce che continua a registrare incrementi a doppia cifra (anno su anno). Sul fatturato complessivo dell'azienda, che vende ogni anno 220 milioni di paia di scarpe realizzate nei 23 stabilimenti di proprietà del gruppo distribuiti nei 5 continenti, le calzature da donna hanno un’incidenza del 37%; seguono quelle da uomo (22%) e da bambino (6%).

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeDistribuzioneEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER