×
1 695
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 dic 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Barbour: vendite giù nell'anno pandemico, ma l'azienda è sempre redditizia

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 dic 2021

I risultati di Barbour nell’anno terminato alla fine dello scorso mese di aprile mostrano ricavi crollati durante il periodo. Ma ci sono state anche buone notizie, visto che la società rimane redditizia e ha anche affermato che le sue prestazioni hanno mostrato la “forza e la resilienza” dei suoi marchi, nonché la validità a lungo termine del modello di business dell'azienda.

Barbour


Il fatturato è sceso a 218 milioni di sterline (258,1 milioni di euro) dai 242,8 milioni di sterline (287,5 milioni di euro) dell’anno precedente, ma l'utile operativo è salito a 36,1 milioni di sterline (42,7 milioni di euro) da 35,1 milioni di sterline (41,6 milioni di euro). Anche l'utile ante imposte è aumentato, a 36,3 milioni di sterline (42,9 milioni di euro) da 35,8 milioni di sterline (42,4 milioni di euro). E l'utile netto dell'anno è stato di 27,9 milioni di sterline (33 milioni di euro), in lieve calo rispetto ai 28,9 milioni di sterline (34,2 milioni di euro) dell'esercizio precedente.
 
Nonostante la redditività della società, il calo delle entrate mostra che i tre marchi dell'azienda - Barbour, Barbour International e il più giovane Barbour Beacon, lanciato nel 2018 - hanno ancora sofferto durante il periodo in cui la pandemia ha riscritto le regole dello shopping nell’abbigliamento. L’azienda inglese ha comunicato che anche i suoi margini sono diminuiti.

Barbour ha sottolineato che la cifra dell'utile operativo rappresenta “una performance costante”, oltre a mostrare la sua resilienza finanziaria e la capacità di gestire i costi “attentamente e in modo appropriato”. E con un'impressionante understatement ha aggiunto che il suo bilancio d’esercizio rimane “relativamente forte”, dato che la liquidità che detiene per l'attività si è ridotta a 95,4 milioni di sterline (113 milioni di euro), sebbene sia una cifra solo leggermente inferiore ai 97,4 milioni di sterline (115,3 milioni di euro) dell'anno precedente. Questo è importante, perché consente alla società britannica di proteggere le cose che più contano per lei, come il servizio clienti, gli obiettivi a lungo termine e le partnership, oltre a permetterle di investire per il futuro.
 
Inoltre l'azienda fondata nel 1894 a South Sields, in Inghilterra, da John Barbour, sta pianificando ulteriori investimenti in tecnologia e sostenibilità perché, nonostante l'attuale incertezza e la contrazione del mercato, ha indicato nel proprio comunicato di essere fiduciosa nella crescita a lungo termine del business.
 
Barbour vede enormi opportunità in tutto il mondo e ha affermato che continuerà ad investire e crescere nello spazio economico europeo, nonostante le sfide da affrontare create dalla Brexit.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.