Balmain ritorna alle sfilate couture di Parigi

La maison Balmain ritorna a Parigi per la Haute Couture con una sfilata all’interno del calendario ufficiale del prossimo gennaio.

Balmain Evening Wear from the 44 rue François 1er collection shown in January 2018

Si tratta di una decisione molto importante per l’alta moda parigina, in quanto rappresenta il ritorno di una delle più storiche case di moda francesi. L’ultima sfilata couture di Balmain risale al 2002, quando Oscar de la Renta ne era lo stilista. Sotto la dinamica corrente creativa di Olivier Rousteing, quella di Balmain è diventata una delle sfilate ready-to-wear più viste a Parigi. Ma una sfilata couture porta qualsiasi brand a un livello più alto.
 
Il ritorno di Balmain all’alta moda celebrerà anche l’apertura di un nuovo flagship della griffe in una delle principali arterie parigine dello shopping, al numero 374 di rue du Faubourg St Honoré. Anche se la data è ancora da confermare, un portavoce della maison ha spiegato che la sfilata si svolgerà all’interno del nuovo store, un grande spazio di oltre 750 metri quadrati.
 
“Olivier ritiene che questa sia una progressione logica, in quando l’alta moda è parte del DNA della maison Balmain”, ha dichiarato Txampi Diz, il Chief Marketing Officer di Balmain.
 
Durante le sfilate couture di Parigi dello scorso gennaio, Rousteing aveva svelato dieci look da sera di alta moda, chiamati “44 rue François 1er”, dal nome dello storico indirizzo della maison. Ma il prossimo gennaio sfilerà con una collezione completa.
 
“Con l’ingresso di così tante giovani maison nell’alta moda, era giusto che anche Balmain fosse presente. Oliver ritiene che soprattutto in questo momento, in cui tutti si stanno focalizzando sullo streetwear, sia vitale ricordare che il lusso ha a che fare con artigianalità, qualità e abiti con un certo livello di savoir faire”, ha sottolineaot Diz.
 
Balmain è stato acquisito da Mayhoola for Investments, il fondo di investimenti della famiglia reale del Qatar, nel giugno 2016. I nuovi proprietari hanno supportato il finanziamento di uno studio e un atelier in grado di realizzare capi di alta moda, conosciuti anche come la locomotiva del fashion.
 
“In effetti, molti dei nostri look ready-to-wear avevano già le caratteristiche della haute couture. Lo studio di Olivier è diventato un vero laboratorio di nuove tecniche e tessuti”, ha aggiunto Diz.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter SfilateCreazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER