×
1 260
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Baccarat: un'assemblea generale dichiara l'uscita dall'amministrazione provvisoria

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 apr 2021

Giovedì, un'assemblea generale della fabbrica di cristalli di lusso Baccarat ha dichiarato la fine della procedura di amministrazione provvisoria, designando un nuovo consiglio di amministrazione, ha dichiarato all’agenzia AFP Hervé Martin, uno degli amministratori, nominato direttore generale.

Crédit : Baccarat


L'amministrazione provvisoria terminerà ufficialmente quando il tribunale di grande istanza di Nancy riterrà che l'assemblea generale si sia conformata ai regolamenti, ha affermato Hervé Martin, aggiungendo che ciò dovrebbe avvenire “a partire” da venerdì. L'assemblea generale è stata convocata l'11 febbraio da un magistrato di Nancy che ha ritenuto che la situazione patrimoniale della società fosse “chiarita” e che appariva “adeguatamente gestita”.
 
I fondi internazionali Tor Investment Management, Sammasan Capital, Dolphin Capital, CEOF Holdings e Corbin Opportunity “possiedono la totalità del capitale e dei diritti di voto della società Fortune Legend Limited (FLL), proprietaria del 97,1% del capitale e dei diritti di voto di Baccarat”, aveva indicato a fine dicembre l’Autorità dei Mercati Finanziari (AMF).

Baccarat, che impiega circa 1.000 dipendenti nel mondo, 500 dei quali sul sito dell'omonima cittadina, 220 in Giappone e 150 a Parigi, è ora gestito da un consiglio di amministrazione composto da 8 amministratori, 2 vecchi e 6 nuovi.
 
Quattro rappresentano i nuovi fondi di investimento che possiedono la fabbrica di cristalli e quattro sono indipendenti, compreso Hervé Martin, ha spiegato quest'ultimo che è stato già a capo della cristalleria tra il 2007 e il 2011. Baccarat ha chiuso un’annata “2020 superiore alle proprie attese”, con un ultimo trimestre in crescita “praticamente del 9%”, per concludere l’anno a “144 milioni di euro e rotti” di fatturato, ha indicato il direttore generale.
 
Hervé Martin si è detto ottimista per il futuro perché il primo trimestre del 2021 si è inserito “sullo slancio del 2020” e con una “buona preoccupazione, quella di riuscire a produrre”. Secondo i documenti inviati all'AFP, i rappresentanti del personale sono più misurati. Tra le loro paure: i “grandi investimenti in arrivo” con, nel 2022 e nel 2023, la necessità di rifare “le grandi fornaci” a vasca dove viene prodotto il cristallo. Una stima è in corso, ma si tratta di “diverse decine di milioni di euro”, secondo Hervé Martin.
 
“Gli investitori hanno detto e persino scritto di essere pronti ad assumersi l’onere degli investimenti necessari per lo sviluppo”, assicura Martin. “La nostra ambizione è costruire. Se facciamo le cose per bene, possiamo andare lontano. Adesso stiamo girando a circa 150 milioni di euro di fatturato. Per me, il primo livello interessante è quello attorno ai 200 milioni”, ha aggiunto.

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.