×
1 433
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 ago 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Asics cresce a un buon ritmo grazie al running

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
25 ago 2022

Asics consolida la sua posizione di specialista della corsa a piedi. Il marchio giapponese ha registrato una crescita delle vendite del 7,4%, a 221 miliardi di yen (1,625 miliardi di euro), nella prima metà dell’esercizio 2022 (basato sull’anno solare), nonostante i problemi logistici e i lockdown in Asia. Il gruppo ha beneficiato di tassi di cambio favorevoli. D'altra parte, il suo risultato operativo è stato influenzato dalle suddette difficoltà ed è sceso del 4,8%, a 19,1 miliardi di yen (140 milioni di euro).

Le scarpe del segmento 'running performance' trascinano in alto i risultati del gruppo giapponese nel primo semestre - Asics


Il gruppo è trainato dalla forte crescita (ma non in Giappone) della sua offerta di performance running. Questa categoria di prodotti, forte in Nord America ed Europa, ha beneficiato di tassi di cambio favorevoli e ha registrato un aumento delle vendite del 13,5%, a 123,5 miliardi di yen. Il suo mercato principale, l'Europa, con vendite per 43,3 miliardi di yen, ha registrato una crescita di fatturato del 2,1%, che diventa del +6,2% dopo i cambi valutari. Ancora più significativamente, in Nord America le sue vendite sono diminuite dell'1% prima dei cambi e del 13% in yen, mentre nella Grande Cina le vendite di Asics sono salite di oltre il 10%, e di oltre il 26% dopo i cambi. E questo nonostante i severi lockdown di Shanghai.

Inoltre, , la categoria dei prodotti sport performance, che comprende le scarpe da pallavolo, tennis, badminton e pallamano, è cresciuta in tutti i mercati tranne il Giappone ed è rimasta stabile a 23,5 miliardi di yen. L'offerta di sport style è aumentata dell'8,2%, a 18,5 miliardi di yen, trainata principalmente dal business in Europa, dove le vendite del marchio nipponico sono aumentate di quasi il 15%, a 59 milioni di euro, con un secondo trimestre molto dinamico durante il quale il suo fatturato è cresciuto del 25%. Il brand ha soprattutto rafforzato le proprie partnership con marchi e boutique di moda per guadagnare credibilità nel segmento fashion.

Sul versante dell'offerta di abbigliamento e accessori, Asics ha visto aumentare le vendite del 2,7% (scese del -1,9% prima dei cambi), a 17,1 miliardi di yen. Ancora una volta l'Europa traina, con una crescita di giro d’affari del 32% (+28% prima dei cambi). L’unica macchia è rappresentata dal brand Onitsuka Tiger, presente principalmente in Cina e Giappone, le cui vendite nel semestre sono diminuite del 6,5% (-14,5% prima dei cambi), a 19,6 miliardi di yen. L'unico punto positivo per il marchio è che le sue vendite sul mercato interno sono aumentate di quasi il 13%.

Presentazione della calzatura "Gel-Quantum 180TM VII" - Asics


L'Europa è il mercato principale del gruppo, con un totale di 63 miliardi di yen di vendite nel semestre, in crescita del 9% dopo i cambi valutari, con un secondo semestre in forte aumento, +20%. Nella prima metà dell’anno, il fatturato di Asics in Giappone è diminuito del 17%, a meno di 31 miliardi di yen. In Nord America, le sue vendite sono salite dell'11,3%, a quasi 48 miliardi, mentre nella Grande Cina esse hanno registrato un incremento del 3,4%, a quasi 29 miliardi. In Oceania, le vendite del gruppo sono cresciute di quasi il 18%, mentre nel Sud-Est asiatico sono aumentate del 74%. Infine, nel resto del mondo le vendite di Asics sono cresciute di quasi il 29%.

Il gruppo ha realizzato 149 miliardi di yen di vendite all'ingrosso (+2%), 38 miliardi nel commercio al dettaglio (+22%) e ancora 38 miliardi con l'e-commerce (+18%).
 
Per l'intero anno, Asics prevede ora di ottenere un fatturato di 460 miliardi di yen (3,382 miliardi di euro), contro i 420 miliardi della stima precedente, e un utile operativo di 27 miliardi di yen, superiore ai 23 miliardi precedentemente stimati.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.