Artlinea cresce del 25% nel 1° trimestre e prepara il lancio dell’e-commerce

Il marchio di gioielli con sede a Capolona (località a una decina di chilometri da Arezzo), giunto al 35° anno di attività, ha chiuso il 2017 con un fatturato stabile sull’anno precedente. La società aretina preferisce non comunicare il dato, ma nel 1° trimestre del 2018 le sue vendite sono già cresciute del 25% rispetto allo stesso periodo di un anno prima, rivela Marta Balestri, la responsabile commerciale del brand.

Anelli di Artlinea

Artlinea è stato fondato da Doriano Martinelli, che è ancora a capo dell’azienda, ma i cui due figli sono entrati in società, uno nella direzione produttiva e l’altro nella gestione amministrativa. Il marchio produce oreficeria, gioielleria in oro 18 carati e gioielli in argento, e si propone sul mercato con due tipi di distribuzione: sul mercato italiano distribuendo direttamente al dettaglio le linee di gioielli in diamanti, oro e argento, mentre all’estero (viene esportato l’80% della produzione) è attivo soprattutto all’ingrosso.
 
Artlinea è distribuito in circa 200 punti vendita in Italia, mentre all’estero è diffuso in una decina di nazioni, soprattutto Paesi arabi. “L’Italia fa una bella fetta del giro d’affari, soprattutto per quanto riguarda la produzione di diamanti, ma per l’oreficeria sono i Paesi arabi a farla da padrone, generando il 40% del fatturato totale”.
 
Artlinea sta aumentando i punti vendita per rendere più capillare la distribuzione. “Abbiamo implementato una nuova rete di agenti (che l’azienda chiama ‘funzionari’, ndr.), in Italia, approdando in regioni mai affrontate prima. Il prossimo progetto è quello di ampliare la vendita di gioielli in diamanti nel Vecchio Continente, puntando soprattutto ai mercati del Nord Europa in generale”. 
 
A livello retail, il marchio possiede tre monomarca di proprietà tutti in provincia (nel centro di Arezzo, a Bibbiena e a Città di Castello) di una cinquantina di metri quadri ciascuno.

Una parure di Artlinea

“Nel giro di sei mesi avremo sicuramente il nostro primo sito di e-commerce, che arriverà a tutte le nazioni”, aggiunge Marta Balestri. “Allo studio c’è un progetto più particolare per l’Italia: stiamo pensando di far trovare i prodotti acquistati online direttamente in punto vendita, come stanno già facendo molte aziende di moda, per aiutare gli store ad avere più presenze e vendite”.
 
A livello di prodotto, nei gioielli in argento sono le linee con animali il nuovo trend molto richiesto, ma anche la linea “Elegance”, con diamanti bianchi e neri insieme, fa sapere la manager.
 
Buone indicazioni arrivano infine dalla recentissima decisione del governo di Dubai di annullare per le transazioni commerciali all’ingrosso l’applicazione dell’IVA del 5%. “Una volta approvata questo provvedimento, perché la misura non è ancora stata ufficialmente approvata, si verrebbe ad annullare un vero danno per il mercato”, sorride una contentissima Balestri, “non solo per noi come fornitori, ma anche per gli emiratini, in quanto è un mercato in cui lo smercio dell’oro è a livelli altissimi. Sarebbe una buona notizia per tutte le aziende aretine che hanno come principale mercato di riferimento quell’area”.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER