×
1 352
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
2 nov 2015
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Arriva la sindrome delle make-up hoarder

Di
Ansa
Pubblicato il
2 nov 2015

Almeno tre blush tra il rosa e l'albicocca, che illuminano il viso. Ma anche un paio più sul prugna, che quest'inverno sarà un must. L'ombretto verde, che sta bene un po' a tutte le ore, versione glitter (almeno due), matte (uno per sfumatura), ma anche in matitone, che si fa prima a stenderlo. Palette? Non sono mai abbastanza, come i rimmel: volumizzante, allungante, rimpolpante, alle vitamine, effetto seta o ciglia finte. Due di ognuno. Matite, mai lesinare, soprattutto su quelle nere, ma avete visto i nuovi colori argento? E poi l'eye liner, che non si sa mai ci si svegliasse con un'impellente voglia anni '30 E i rossetti? Per fortuna sono piccoli o servirebbe un comò solo per loro. E le ultime ciprie? E gli smalti? A vederli tutti insieme, così, nell'espositore è stato un attimo comprarne almeno quattro color rosso, anche se sono quasi identici. Tanto, si sa, lo smalto si rovina e prima o poi li useremo.

Foto: Ansa


Se anche solo due di queste frasi vi potrebbero appartenere aprendo il cassetto dei trucchi, sappiate che tutto questa eccitata euforia è una sindrome e ha un nome: siete anche voi delle make-up hoarder, alias accumulatrici seriali di cosmetici. Di certo tra le più chic e glamour delle sindromi (quando non patologica, s'intende), più economica di molte (pensate fossero gioielli!), senza contare che è sempre meglio accumulare lucidalabbra che immondizia e amenità varie come i protagonisti del reality americano ''Sepolti in casa''.

Ma attenzione perché quella delle make-up hoarder pare sia una delle manie più in crescita degli ultimi anni. Complice, almeno all'inizio, anche la crisi economica con i rossetti e smalti a un euro o poco più esposti alla cassa dei supermercati e diventati il ''regalo'' quotidiano (e ancora accessibile) di milioni di casalinghe. Il resto lo hanno fatto la naturale voglia di sentirsi belle, un po' di insicurezza tutta femminile, il dilagare dei tutorial di trucco e una personale attitudine allo shopping compulsivo.

Così, un giorno dopo l'altro, ecco che ci si ritrova con l'intera gamma di fondotinta in vendita nei department store, ben prima di finirne almeno uno. Il tutto mentre, assicurano anche i più grandi make up artist, a una donna per apparire curata basterebbero anche solo tre prodotti alla volta.

Attenzione, però, perché lasciarsi travolgere dall'ossessione del ''più è meglio'' non sempre finisce bene come per la protagonista di ''I love shopping'', convinta che ''quando compri il mondo diventa migliore''. Al contrario, i rischi sono dietro l'angolo. Innanzitutto per il portafogli, ma anche per la salute, perché ogni prodotto di beauty, dalle creme al make up, proprio come il cibo o le medicine ha una scadenza ben visibile (è il simbolo del barattolino aperto): mediamente 3-6 mesi per il mascara, 6-12 per il blush, un anno per ombretti e matite per occhi, 18 mesi per rossetti e fondotinta, fino a due anni per alcune ciprie.

Una volta iniziata una confezione, meglio finirla in tempo o il rischio di allergie e irritazioni aumenta. Il guaio, certo, è che i prodotti di beauty e cosmesi ormai si trovano dappertutto e la tentazione diventa sempre più forte. Ma a conferma (e salvezza) del trend, in profumeria e farmacia debuttano sempre più spesso nuove campagne di ''rottamazione'': in cambio di tubetti ormai scaduti si guadagnano sconti sull'acquisto di prodotti delle nuove linee. In alternativa, va molto programmare una propria ''campagna smaltimento prodotti''. Ovvero, da sole o anche ''accompagnate'' da una delle guru del make up on line, si sceglie un numero di prodotti da utilizzare quotidianamente o con più frequenza, ripromettendosi di non comprarne di nuovi prima di aver terminato i ''prescelti''. Un metodo che funziona, almeno a giudicare dai milioni di visualizzazioni dei tutorial dedicati. E poi, come suggerivano le nonne, provate a mettere da parte quanto ''risparmiato'' ogni volta che rinunciate a un nuovo acquisto. Alla fine della stagione sorprenderete voi stesse.

Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.