Armata di Mare: nuove aperture in Italia e spinta sull’estero con KLM

Armata di Mare, brand di abbigliamento uomo che fa capo alla Facib di Solbiate Olona (VA), ha in programma per quest’anno una serie di nuovi opening: entro marzo in Puglia, dove il marchio è già presente a Taranto, con due store a Bari e Lecce; a seguire, tre punti vendita in Campania.

Patrizia Cortesi, Head of Communication di Facib, e Gianluca Andolfi, Media Relations e PR Manager di KLM

“Il nostro obiettivo è di risalire l’Italia con la nostra mappa di aperture, per arrivare fino a Milano”, ha spiegato a FashionNetwork.com Patrizia Cortesi, Head of Communication di Facib e seconda generazione di un'azienda famigliare di successo. “Tutti i negozi saranno aperti in partnership con Samsung, che si occuperà della parte tecnologica, dalle casse integrate ai display in vetrina, dai quali gestiamo direttamente dall’azienda le diverse comunicazioni”.

Altra importante collaborazione di Armata di Mare è quella con la compagna aerea olandese KLM, nata la scorsa stagione con il lancio di una capsule collection co-branded in edizione limitata, legata la mondo del viaggio e no season, composta da un impermeabile unisex double face e da uno zainetto.

“Siamo due realtà accomunate dai medesimi valori: tradizione, innovazione e attenzione alla sostenibilità. Per la PE 19 abbiamo realizzato alcune nuove proposte prodotte riciclando le bottiglie di plastica, come abbiamo fatto anche per alcune proposte Invicta, brand per il quale produciamo abbigliamento e calzature, e come faremo in futuro con la main collection Armata di Mare”, ha precisato Patrizia Cortesi. “La capsule estiva si compone di una t-shirt, un costume modello bermuda e delle infradito, tutti accomunati da colori che spaziano dall’azzurro cielo al blu cobalto, con nuvole bianche disegnate sullo fondo”.

Il costume e la t-shirt della capsule Armata di Mare - KLM

“Questa collaborazione è la prima per KLM con un’azienda di moda e per noi è molto positiva. Fa parte della nostra strategia di ‘caring’, cioè prendersi cura del passeggero non solo in volo ma anche a destinazione; stiamo pensando di ampliare la capsule, ad esempio con un telo mare e un cappello. I nostri clienti possono vincere i capi con dei concorsi legati all’acquisto dei biglietti”, ha aggiunto Gianluca Andolfi, Media Relations e PR Manager di KLM. “La partnership con Armata di Mare sottolinea inoltre il nostro approccio sostenibile, argomento molto sentito in Olanda. Stiamo prendendo contatti per lanciare un progetto di ‘sea bin’, delle taniche galleggianti che ripuliscono i mari dalla plastica, che vorremmo posizionare in alcuni porti turistici italiani, ad esempio Napoli, dove abbiamo recentemente aperto dei voli nuovi”.

Tra gli obiettivi di Armata di Mare per il prossimo futuro, l’espansione estera: insieme a KLM, Armata di Mare approccerà step by step Grecia, Spagna, Germania, Inghilterra e Paesi Scandinavi. “Preferiamo partire da Paesi mediterranei, più simili all’Italia, per poi arrivare anche altrove. Vogliamo creare un vero e proprio format di comunicazione su cui impostare la nostra distribuzione”, ha proseguito Cortesi.

Inoltre il brand, che già dispone di diverse licenze (calzature, calze, intimo, pigiameria, casa, camiceria, giacche e pantaloni), sta valutando l’ingresso anche nel mondo dell’occhialeria e dei profumi, probabilmente entro il 2020, con due partner italiani: “Il nostro intento è di creare un pool di aziende specializzate nei vari ambiti, perché crediamo che ognuno debba occuparsi di quello che sa fare meglio; noi siamo focalizzati su capispalla e maglieria”, ha dichiarato la manager.

Uno dei capi realizzati da Armata di Mare con Primaloft

Per quanto riguarda le calzature Armata di Mare, prodotte in licenza dalla Focus International di Barletta (che detiene anche la licenza di Superga, ndr.), la collezione è stata ampliata già dalla PE 19 e ancor di più lo sarà con l’AI 19-20. “Stiamo lavorando con Triboo Digitale al lancio di un nuovo e-commerce, che presenti tutto il mondo Armata di Mare e i suoi valori, compresi tutti i prodotti in licenza”, ha anticipato Cortesi.

Sul fronte prodotto, il brand ha avviato una partnership con Primaloft, fornitore dell’esercito americano, arricchendo alcuni dei propri capispalla con un’imbottitura completamente waterproof, che mantiene il capo asciutto e leggero, oltre che caldo, anche sotto l’acqua.

Armata di Mare ha chiuso il 2018 a 18,5 milioni di euro, in crescita sull’anno precedente, e prevede di arrivare a 20/21 milioni nel 2019. Facib, che quest’anno festeggerà 60 anni dalla su nascita, ha archiviato il FY 2018, concluso il 30 giugno scorso, con un fatturato di 26 milioni di euro.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - ScarpeModa - AltroDistribuzioneBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER